Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Famiglie » Soggetto produttore - Famiglia

Acciaioli ramo di Adoardo di Agnolo

Luogo: Firenze
sec. XV - 1654

Intestazioni:
Acciaioli ramo di Adoardo di Agnolo, Firenze, sec. XV - 1654

Altre denominazioni:
Acciaiuoli

Dagli Acciaioli, nota famiglia fiorentina di origini mercantili, nel corso del XV secolo si staccò il ramo risalente ad Agnolo (n. 1449) di Lodovico di Adoardo, uno degli otto priori di libertà nel 1485, ufficiale delle monete nel 1494, capitano delle città di Pisa e di Livorno, e sposo di Caterina Giacomini Tebalducci Malespini nel 1469. Il figlio Adoardo (n. 1472) nel 1516 sposò Caterina Corbinelli e dette prosecuzione al suo ramo con i figli Jacopo e Agnolo (n. 1517). Quest'ultimo ebbe numerosi incarichi per il governo del duca poi granduca Cosimo de' Medici, in uffici interni ed esterni alla città di Firenze e nel 1557 sposò Ginevra Arrigucci. Il figlio di Agnolo, un altro Adoardo, sposò Margherita di Bartolomeo Lenzi, marito quest'ultimo di Piccarda Donati che gli aveva portato i beni della sua famiglia. Piccarda era figlia di Giovanni Donati e di Caterina Tedaldi, a sua volta ultima della famiglia. Figli di Adoardo furono Agnolo (1596-1654), commissario e capitano di Pistoia e Pisa, infine governatore di Livorno, e Ginevra, andata in sposa nel 1612 a Matteo di Gherardo Frescobaldi, cui portò in dote i beni della famiglia e dei suoi avi Lenzi, Donati e Tedaldi.

Per saperne di più:
Blasoni delle famiglie toscane descritte nella Raccolta Ceramelli Papiani


Fonti:
ASFi, Raccolta Sebregondi, n. 8

Redazione e revisione:
Romanelli Rita, 2007/2/24, prima redazione


icona top