Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Famiglie » Soggetto produttore - Famiglia

Longhi

Luogo: Fumone (Frosinone)
sec. XVII - sec. XIX

marchesi

Intestazioni:
Longhi, marchesi, Fumone (Frosinone), sec. XVII - sec. XIX, SIUSA

Verso la metà del sec. X, da un ramo della famiglia Longhi si distaccarono tre linee che si propagarono in Genova, Adraria nel Bergamasco e Anagni.
I Longhi di Fumone, appartenenti a quest'ultima linea, cominciarono a distinguersi per ricchezza e splendore con Giovanni - familiare di papa Sisto V, miles auratus e conte palatino - che morì senza discendenti nel 1621 lasciando il fratello erede della rocca e del castello di Fumone e di vasti territori adiacenti ad Alatri, Ferentino, Veroli e Anagni. I Longhi, da tempi remotissimi nobili di Anagni e Frosinone, contrassero cospicue parentele con le famiglie gentilizie degli Sforza, dei Cesarini, degli Odescalchi e dei Caetani ed ottennero la cittadinanza romana nel 1586. La baronia di Fumone fu elevata a marchesato dal papa Innocenzo XII.


Soggetti produttori:

Collegati:
Conti Gentili


Complessi archivistici prodotti:
Longhi, famiglia (complesso di fondi / superfondo)


Bibliografia:
MARCHETTI LONGHI G., Ultime trasformazioni e vicende della Rocca di Fumone, in "Bollettino della Sezione di Anagni della Società romana di storia patria", II, 1953
MARCHETTI LONGHI G., Il Cardinale Guglielmo de Longis de Adraria, la sua famiglia e la sua discendenza, Roma, Staderini, 1961
MARCHETTI LONGHI G., Le carte dell'Archivio dei Marchetti Longhi in Fumone, estratto dal "Bollettino della Sezione di Anagni della Società romana di storia patria", II, 1953
MARCHETTI LONGHI G., Pervetusta Fumonis Arx. La Rocca di Fumone in Campania ed i suoi feudatarii, in "Archivio della R. Società romana di storia patria", 1924 (47)

Redazione e revisione:
Dommarco Fausta, 2007/02, supervisione della scheda
Gurgo Maria Idria, 2007/02, prima redazione


icona top