Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Famiglie » Soggetto produttore - Famiglia

Acqua

Luogo: Osimo (Ancona)
sec. XV - sec. XX

nobili di Firenze, patrizi di Spoleto

Intestazioni:
Acqua, nobili di Firenze, patrizi di Spoleto, Osimo (Ancona), sec. XV - sec. XX, SIUSA

Antichissima e nobile famiglia di Osimo, dalla quale vennero diversi e illustri personaggi.
Tra questi si ricordano Roberto, luogotenente delle truppe osimane, legato da grande amicizia a Lorenzo de' Medici, che il 18 agosto 1487 donò a lui e ai suoi discendenti la nobiltà fiorentina con gli onori e i privilegi spettanti alle famiglie oriunde di Firenze.
Nel XVIII secolo spiccano le figure di Vincenzo, vescovo di Spoleto e assistente al soglio pontificio, insignito del titolo comitale il 9 luglio 1762 mediante breve di papa Clemente XIII; dell'abate Filippo, giureconsulto e avvocato della Curia romana, in servizio presso il cardinale Crescenzi, noto anche nel campo del collezionismo privato, ascritto nell'anno 1777, assieme al di lui fratello Antonio e suoi discendenti, al patriziato di Spoleto. Altro cultore di numismatica fu Antonio Maria che pubblicò nel XVIII secolo la "Dissertazione sulla zecca e monete di Norcia". Al giurista Girolamo Gaetano, attivo presso la corte romana, spettò la mediazione nella vertenza nata tra la corte di Torino e il cardinale di Noailles, da cui derivò l'opera anonima e senza note tipografiche "Ragioni della Sede Apostolica nelle presenti controversie cola corte di Torino", risalente sempre al XVIII secolo.
In tempi più recenti spicca la figura di Camillo, cultore di scienze biologiche, impegnato nell'insegnamento, prima presso il locale collegio Campana, poi all'Università di Roma. Ricoprì l'incarico di presidente della Congregazione di carità di Osimo dal 1895 fino al 1898 e dal 1902 al 1909 e fu autore di diverse pubblicazioni nel campo della biologia, tra cui si segnala lo studio il "Microscopio" edito a Milano nel 1893.

Complessi archivistici prodotti:
Acqua, famiglia (fondo)


Bibliografia:
ISTITUTO ARALDICO ROMANO, Libro d'oro della nobiltà italiana, Roma 2010-2014, vol. XXIV
C. GRILLANTINI, Storia di Osimo, Osimo, Fondazione Don Carlo, 2006
A. SQUARTI PERLA, Titoli e nobiltà nelle Marche, Acquaviva Picena 2002

Redazione e revisione:
Bonifazi Massimo, 2016/12/02, integrazione successiva
Santolamazza Rossella, 2017/02/14, supervisione della scheda
Zaffini Arianna, 2010/12/20, prima redazione


icona top