Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Arfè Gaetano

Somma Vesuviana (NA) 1925 nov. 12 - Napoli 2007 set. 13

Professore di Storia dei partiti e dei movimenti politici alla facoltá di Scienze politiche dell'Universitá di Firenze, 1973 -
Funzionario degli Archivi di Stato, 1960 -
Partigiano nella formazione di "Giustizia e Libertá" in Valtellina, 1944 -
Deputato eletto nel Collegio di Parma-Modena-Reggio-Piacenza per il PSI, 1976 -
Libero docente in Storia contemporanea a Bari e Salerno, 1965 - 1972
Membro del Comitato centrale e della Direzione del PSI, 1957 - 1982
Deputato al Parlamento Europeo eletto per il Collegio Nord-Est per il PSI, 1979 -
Direttore dell'«Avanti!», 1966 - 1976
Direttore della rivista «Mondo Operaio», 1959 - 1971
Senatore eletto nel PSI per il Collegio di Parma, 1972 -
Senatore, eletto nel Collegio di Rimini per la Sinistra Indipendente, 1987 -

Intestazioni:
Arfè Gaetano, storico, politico, (Somma Vesuviana 1925 - 2007)

G. A. si laurea in Lettere e filosofia all'Universitá di Napoli nel 1948. Si specializza in Storia presso l'Istituto italiano di studi storici presieduto da Benedetto Croce, con cui entra in contatto fin dal 1942. Nel 1944 si arruola in una formazione partigiana di Giustizia e libertá in Valtellina. Nel 1945 si iscrive al Partito socialista. A. diventa funzionario degli Archivi di Stato intorno al 1960; a Firenze era giá entrato in contatto con Calamandrei, Codignola e il gruppo de «Il Ponte» e aveva collaborato con Gaetano Salvemini alla raccolta dei suoi scritti sulla questione meridionale. Nel 1965 ottiene la libera docenza in Storia contemporanea e insegna a Bari e Salerno. Dal 1973 è titolare della cattedra di Storia dei partiti e dei movimenti politici alla facoltá di Scienze politiche dell'Universitá di Firenze. Dal 1959 al 1971 è direttore della rivista «Mondo Operaio» e dell'«Avanti!» dal 1966 al 1976. Č membro del Comitato centrale e della Direzione del PSI dal 1957 al 1982. Nel 1972 è eletto senatore per il Collegio di Parma: è vicepresidente della Commissione istruzione e successivamente della Commissione esteri. Č relatore su "Provvedimenti urgenti per l'Universitá". Nel 1976 è eletto deputato nel Collegio di Parma-Modena-Reggio-Piacenza: è membro della Commissione affari costituzionali; rappresenta il Gruppo nella trattativa sul Concordato. Nel 1979 è eletto deputato al Parlamento europeo per il Collegio nord-est: è relatore sul tema della politica televisiva europea; è promotore della "Carta dei diritti delle minoranze etniche e linguistiche". Nel 1985 lascia il PSI, motivando la sua scelta nel volumetto "La questione socialista" (1986). Nel 1987 è eletto senatore nel Collegio di Rimini per la Sinistra indipendente. Č autore di numerosi libri e saggi, tra cui la "Storia dell'«Avanti!»" (1958) e la "Storia del socialismo italiano 1892-1926" (1965).

Complessi archivistici prodotti:
Arfè Gaetano (fondo)


Bibliografia:
"I Deputati e i Senatori del decimo Parlamento Repubblicano", La Navicella, Roma, 1988, Sub voce

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, 2007/03/23, revisione
Porciatti Gianna, rielaborazione


icona top