Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Terzaghi Mario

Firenze 1915 lug. 13 - Milano 1998 dic. 26

Architetto

Intestazioni:
Terzaghi, Mario, architetto, (Firenze 1915 - Milano 1998), SIUSA

Mario Terzaghi, nato a Firenze nel 1915, si trasferisce a Milano nel 1926 dove si laurea presso la Facoltà di Architettura del Politecnico nel 1939. Suo compagno di studi è Augusto Magnaghi (Milano, 1914 -1963), non solo amico, ma anche socio nello studio che condivideranno fino alla prematura morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1963.
La documentazione conservata nel Fondo Mario Terzaghi permette di conoscere l’attività dell’architetto Terzaghi, sia sotto il profilo storico che tecnico. La sua opera attraversa momenti significativi per la storia dell’architettura e del design italiano: dalla formazione in ambito razionalista (apprendistato presso il famoso studio di Terragni e Lingeri), alla partecipazione ai tardi fermenti futuristi, alla successiva e costante collaborazione con Augusto Magnaghi e, talvolta, con lo stesso Lingeri.
Negli anni Cinquanta, mentre lavorano per l’INA-Casa, Magnaghi e Terzaghi allestiscono il Padiglione dei Fiori alla X Triennale e si dedicano allo studio di oggetti di design, tra cui la maniglia Bica per la Ditta Olivari e diversi arredi per la FGB Italia; le cucine componibili per la Saffa vincono il Compasso d’Oro.
Mario Terzaghi lega il suo nome anche alla realizzazione di importanti quartieri milanesi del dopoguerra (il QT8, il quartiere Feltre e la Bovisasca), impegnandosi nello studio e sviluppo di temi dedicati all’edilizia popolare, scolastica, religiosa e sanitaria. Le scuole realizzate nel quartiere Feltre e alla Bovisasca, nonché l’edificio per la Bica-Montecatini in via San Giovanni sul Muro, sono segnalati nel Censimento di architetture a Milano e provincia 1945-2000 promosso dalla Direzione Generale per l’Architettura e l’Arte Contemporanee del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
L’Arch.Terzaghi ha progettato numerosi poliambulatori dell’INAM a Milano e in provincia, specializzandosi successivamente nella costruzione di ospedali, come quello di Magenta (Pavia). Negli ultimi anni ha lavorato con l’Arch.Rodolfo Vettorello, realizzando numerosi centri sportivi e ville per committenza privata.


Soggetti produttori:

Collegati:
Magnaghi Delfino Augusto
Vettorello Rodolfo


Complessi archivistici prodotti:
Terzaghi Mario (fondo)


Bibliografia:
Carlo Belloli, Mario Terzaghi, in "Simultaneità", n° 1, 1997
Giorgio Bracco, Sara Perego, Claudio Pistorio, Terzaghi architetto, tesi di laurea, relatore Attilio Marcolli, Facoltà di Architettura, Politecnico di Milano, A.A. 1995-96
Ad Vocem, in Ezio Godoli (a cura di), Dizionario del futurismo, Vallecchi, Firenze, 2001, I, p. 675; II, p. 1165. DEAU, 1968, III, p. 464; VI, p. 185

Redazione e revisione:
Doneda Cristina, 2005/03/03, prima redazione
Pernich Elisabetta, 2009/06/19, supervisione della scheda
Vichi Andrea Carlo, 2009/09/11, revisione


icona top