Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Pili Paolo da Seneghe (Oristano)

Seneghe 1891 ott. 20 - Oristano 1985 feb. 12

Intestazioni:
Pili, Paolo, enologo, (Seneghe 1891 - Oristano 1985), SIUSA

Diplomatosi nel 1909 presso la Regia scuola di viticoltura ed enologia di Cagliari, durante la prima guerra mondiale è sergente di artiglieria. Nel dopoguerra insegna scienze a Oristano e dirige la sezione cittadina dell'associazione nazionale combattenti. Si iscrive al partito sardo d'azione e, dopo aver diretto la sezione oristanese, nel 1922, assume la direzione regionale. E' uno degli artefici della fusione del partito sardo d'azione con il partito fascista. Nel 1923 fa parte del triumvirato reggente della federazione cagliaritana del fascio. Dal 1923 al 1927 è segretario federale. Sempre nel 1923 diventa vicepresidente della cassa provinciale di credito agrario di Cagliari. Nel 1924 si candida nella lista fascista ed è eletto deputato. Sempre nel 1924 è presidente della federazione delle latterie sociali e cooperative della Sardegna. Istituisce cantine e oleifici sociali. Promuove il movimento degli artisti sardi ed è tra i sostenitori della scuola d'arte applicata di Oristano. Dal 1926 al 1927 è direttore de L'Unione Sarda. Membro del consiglio superiore dell'economia nazionale, dal 1926 alla fine del 1927 è commissario strordinario della camera di commercio di Cagliari. Nel 1927 si dimette e poi viene espulso dal partito nazionale fascista. Nel 1927 consegue il diploma e si iscrive all'albo dei periti agrari. Arrestato nel 1945, dopo l'esperienza del carcere è inviato al confino per un anno. Enologo e accademico italiano della vite e del vino fonda, a Oristano, la cantina della vernaccia del rimedio.

Complessi archivistici prodotti:
Pili Paolo (fondo)


Redazione e revisione:
Castellino Anna, maggio 2010, supervisione della scheda
Monni Nevina, 04/04/2008, prima redazione


icona top