Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Agazzi Emilio

Genova 1921 nov. 18 - Pavia 1991 set. 25

Intestazioni:
Agazzi, Emilio, filosofo, (Genova 1921- Pavia 1991)

E. A. nacque a Genova il 18 novembre 1921; qui conseguì la maturità classica nel 1940 e, nel 1945, la laurea in Lettere e filosofia con una tesi su Il pensiero filosofico di Piero Martinetti. Fu assistente volontario di Storia della filosofia dapprima a Genova dal 1945 al 1954, restando in particolare influenzato dal pensiero di Adelchi Baratono, ordinario di Filosofia teoretica, e successivamente, dal 1954 al 1964, a Pavia (ove in particolare collaborò con Ludovico Geymonat e Vittorio Enzo Alfieri); contemporaneamente, dal 1949 al 1972, insegnò filosofia nei licei di Genova, Voghera e Pavia. Nel 1964 conseguì la libera docenza in storia della filosofia moderna e contemporanea; dal 1965 al 1968 insegnò Filosofia della religione nella facoltà di Lettere e filosofia a Milano, in particolare riprendendo il suo interesse per Pietro Martinetti; mentre nella stessa facoltà insegnò da 1969 al 1982 Filosofia della storia, ottennendo un incarico stabile dal 1973. Dalla seconda metà degli anni Settanta si dedicò in particolare allo studio della filosofia tedesca moderna contemporanea, accentrando la sua attenzione sulla Scuola di Francoforte, città in cui svolse ricerche approfondite ed ebbe contatti con docenti universitari; negli stessi anni frequentò ripetutamente università tedesche, polacche ed jugoslave. Da sempre attento agli sviluppi del pensiero marxista in Italia e in Europa, accompagnò la sua intensa attività di ricerca scientifica ad un attivo impegno politico: esponente del Psi negli anni Cinquanta, nei decenni successivi aderì dapprima al Psiup, quindi al Pdup e a Dp; collaborò in varie forme a molte riviste e quotidiani della sinistra ( tra l’altro «Il Lavoro Nuovo», l’« Avanti!», «Mondo Operaio», «Quaderni Rossi», «Passato e Presente», «Classe»); nel 1983 fondò la rivista di teoria politica «Marx centouno». Dopo il 1986, gravemente ammalato, dovette rinunciare ai suoi studi, lasciando nel 1990 l’insegnamento. Morì a Pavia il 25 settembre 1991.

Complessi archivistici prodotti:
Agazzi Emilio (fondo)


Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, prima redazione
Capannelli Emilio, 2008/05/15, revisione


icona top