Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Caproni Giorgio

Livorno 1912 gen. 7 - Roma 1990 gen. 22

Scrittore
Poeta
insegnante
Traduttore

Intestazioni:
Caproni, Giorgio, scrittore, poeta, insegnante, traduttore, (Livorno 1912 - Roma 1990)

Giorgio Caproni è nato a Livorno nel 1912, nel marzo 1922 si trasferisce con la famiglia a Genova. In questa città Caproni terminati gli studi superiori, frequenta la Facoltà di Magistero, dedicandosi contemporaneamente allo studio del violino e allo studio della filosofia con Giuseppe Rensi. Nel 1935 inizia l'attività di insegnante e nel 1936 pubblica la sua prima raccolta di poesie. Nel 1938 si trasferisce a Roma con la moglie e prosegue la sua attività di insegnante. Durante gli anni della guerra pubblica "Finzioni" (1941) e "Cronistoria" (1943). Nel 1944 prende parte alla Resistenza sui monti della Val Trebbia. Dopo il conflitto torna a Roma, dove riprende l'insegnamento ed inizia la collaborazione a diversi periodici come «L'Unità», «Mondo operaio», «Avanti!», «Italia socialista», «Il lavoro nuovo», «La fiera letteraria» con articoli, racconti e traduzioni. Nel 1951 traduce "Il tempo ritrovato" di Proust, su commissione di Natalia Ginzburg per l'edizione Einaudi. Nel 1952 con "Le stanze della funicolare" vince il Premio Viareggio. Altre sue raccolte di versi: "Il passaggio di Enea" (1956), "Il seme del piangere" (1959), dedicato alla madre scomparsa, e vari anni dopo "Il terzo libro e altre cose" (1968), dedicato alla moglie. Nel 1973, dopo 38 anni d'insegnamento, conclude la carriera di maestro elementare. Seguono le raccolte "Il muro della terra" (1975) con il quale vince il premio Gatto e il Jean Malrieu Etranger, per il miglior libro tradotto in francese, "L'ultimo borgo. Poesie" (1932-1978) e "Il franco cacciatore" (1982), con il quale vince i premi Montale e Feltrinelli. Nel 1983, presso la casa editrice Garzanti, vengono pubblicate "Tutte le poesie". Nel 1984 riceve la laurea honoris causa in Lettere e filosofia all' Università di Urbino e nel 1985 la cittadinanza onoraria di Genova. Del 1986 I premi Chianciano, Marradi Campana e Pasolini, per la raccolta "Il conte Kevenhuller". Si spenge a Roma nel gennaio 1990.

Complessi archivistici prodotti:
Caproni Giorgio (fondo)
Caproni Giorgio (fondo)


Bibliografia:
Giorgio Caproni, "L'opera in versi", edizione critica a cura di Luca Zuliani, introduzione di Pier Vincenzo Mengaldo, cronologia e bibliografia a cura di Adele Dei, Milano, Mondadori, 1998.
Giorgio Caproni, "Prose critiche. 1934-1989", Torino, Aragno, 2012, 4 voll.
Michela Baldini, "Giorgio Caproni. Bibliografia delle opere e della critica (1933-2012)", con una nota di Attilio Mauro Caproni, Pontedera, Bibliografia e informazione, 2012.

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Desideri Fabio, 23 gennaio 2015, integrazione successiva
Morotti Laura, 2008/09/22, prima redazione


icona top