Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Pieraccini Gaetano

Poggibonsi 1864 - Firenze 1957

Medico del lavoro
Politico

Intestazioni:
Pieraccini, Gaetano, medico, politico, (Poggibonsi 1864 - Firenze 1957)

Gaetano Pieraccini nacque a Poggibonsi nel 1864. Conseguì la laurea in medicina nel 1888 a Firenze, città nella quale trascorse grandissima parte della sua vita. Dopo vari anni di studio e di perfezionamento a Firenze e all’estero, nel 1899 divenne medico effettivo a Santa Maria Nuova, dove fu poi primario dal 1902 al 1924. Negli stessi anni ottenne l’abilitazione a insegnare, prima Patologia speciale medica, poi Patologia del lavoro, materia che costituì sempre il suo interesse professionale primario, nella quale può essere senz’altro considerato un precursore, e che è documentata anche dalle numerose pubblicazioni sull’argomento, oltre che dalla attiva adesione a numerosi congressi. Fu uno dei fondatori, nel 1907, dell’Archivio di Patologia del lavoro «Il Ramazzini» (1907-1916). Nel 1919 fu chiamato a far parte dell’Ufficio internazionale del lavoro, con sede a Ginevra. Lavoratore instancabile e attivo, legò il suo nome anche a un’opera poderosa in tre volumi, di carattere storico-umanistico-antropologico: “La stirpe dei Medici di Cafaggiolo”, pubblicata per la prima volta negli anni 1924-1925, e ristampata, con aggiunte, dall’editore Nardini nel 1986.
Aderì presto al partito socialista, nel cui ambito ebbe numerosi incarichi e responsabilità, anche nella vita amministrativa cittadina. Fu eletto deputato nel 1909 e nel 1921, portando anche in Parlamento la voce della sociologia e della scienza medica, e promuovendo la legislazione sulle malattie professionali e sull’igiene sociale. Manifestò presto la sua opposizione al regime fascista, subendo anche un periodo di confino nel 1930, e fu per questo destituito dal suo incarico di primario di Santa Maria Nuova, né fu ammesso al concorso per la cattedra di Patologia del lavoro dell’Università di Napoli nel 1932, perchè privo della tessera del partito fascista. Operò a lungo in semi-clandestinità fino alla Liberazione, quando fu eletto Sindaco di Firenze. Sposò la fiorentina Vittoria Sestini, ma dal matrimonio non sono nati figli. Morì a Firenze nel 1957.

Complessi archivistici prodotti:
Pieraccini Gaetano (fondo)


Bibliografia:
"Gaetano Pieraccini medico del lavoro. La salute dei lavoratori in Toscana all’inizio del xx secolo", A cura di F. Carnevale e G.B. Ravenni, Firenze, Editoriale Tosca, 1993 (in “Fonti e storie”).

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, 2010, rielaborazione
Rolih Scarlino Maura, 1996, prima redazione


icona top