Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Viviani Dante

Arezzo 1861 - Arezzo 1917

Architetto

Intestazioni:
Viviani, Dante, architetto, (Arezzo 1861- Arezzo 1917)

L'architetto Dante Viviani nacque ad Arezzo nel 1861, studiò prima a Siena e quindi a Roma all’Accademia di belle arti; nel 1887 vinse il premio nazionale di Architettura del Ministero della pubblica istruzione. A Roma lavorò negli studi degli architetti Koch e Oietti, collaborando con il primo alla costruzione di piazza Esedra e del palazzo Odescalchi con il secondo. Trasferitosi a Perugia, collaborò con l’architetto Sacconi al restauro di numerosi edifici sacri, tra cui la basilica e il convento di S. Francesco di Assisi, e civili (palazzo dei consoli di Gubbio, palazzo dei priori di Todi). Nel 1911 progettò il padiglione umbro-sabino all’Esposizione etnografica di Roma e la sede della Cassa di risparmio di Città di Castello. Tra il 1901 e il 1914 realizzò la facciata del Duomo di Arezzo in stile neogotico, in sostituzione di quella precedente rimasta incompiuta dall’inizio del Quattrocento. Scomparve nel 1917.

Complessi archivistici prodotti:
Viviani Dante (fondo)


Bibliografia:
F. Massetani, "Dizionario bibliografico degli aretini ricordevoli nelle lettere, scienze, arti, armi e religioni", dattiloscritto 1936-1942, conservato presso la Biblioteca Città di Arezzo.

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Fiordelli Chiara, 2010, prima redazione
Moriani Antonella, 2010, revisione
Morotti Laura, 2010, rielaborazione


icona top