Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Viviani Dante

Arezzo 1861 - Arezzo 1917

Architetto

Intestazioni:
Viviani, Dante, architetto, (Arezzo 1861- Arezzo 1917)

L'architetto Dante Viviani nacque ad Arezzo nel 1861, studiò prima a Siena e quindi a Roma all’Accademia di belle arti; nel 1887 vinse il premio nazionale di Architettura del Ministero della pubblica istruzione. A Roma lavorò negli studi degli architetti Koch e Oietti, collaborando con il primo alla costruzione di piazza Esedra e del palazzo Odescalchi con il secondo. Trasferitosi a Perugia, collaborò con l’architetto Sacconi al restauro di numerosi edifici sacri, tra cui la basilica e il convento di S. Francesco di Assisi, e civili (palazzo dei consoli di Gubbio, palazzo dei priori di Todi). Nel 1911 progettò il padiglione umbro-sabino all’Esposizione etnografica di Roma e la sede della Cassa di risparmio di Città di Castello. Tra il 1901 e il 1914 realizzò la facciata del Duomo di Arezzo in stile neogotico, in sostituzione di quella precedente rimasta incompiuta dall’inizio del Quattrocento. Scomparve nel 1917.

Complessi archivistici prodotti:
Viviani Dante (fondo)


Bibliografia:
F. Massetani, "Dizionario bibliografico degli aretini ricordevoli nelle lettere, scienze, arti, armi e religioni", dattiloscritto 1936-1942, conservato presso la Biblioteca Città di Arezzo.

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Fiordelli Chiara, 2010, prima redazione
Moriani Antonella, 2010, revisione
Morotti Laura, 2010, rielaborazione


icona top