Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Scotti Anna

Firenze 1917 mar. 14 - Firenze 1999

pittrice

Intestazioni:
Scotti, Anna, (Firenze, 1917 – Firenze, 1999)

La pittrice Anna Scotti nasce a Firenze il 14 marzo 1917 da Francesca e Battista Scotti.
Terminati gli studi inizia a lavorare presso lo studio dell’architetto fiorentino Nello Baroni. A quel periodo risalgono i primi lavori di decorazione pittorica murale eseguiti in una sala dell’Università di Firenze. Nel 1951 vince il concorso “Natale di Pace”, e nel 1953 espone le proprie opere in una mostra personale, al caffè La posta a Prato. Parallelamente alla sua attività di pittrice, inizia la professione di insegnante, presso istituti di avviamento professionale. Nel 1953 una sua opera viene acquistata dalla Galleria d’arte moderna di Firenze, e l’anno successivo vede una sua personale a Brescia. Al 1957 risalgono le prime esposizioni fuori dal territorio italiano, a Bloemfontein e Johannesburg in Sudafrica, quindi, nel 1959, all’Istituto di cultura italiana a Colonia, e a Dublino nel 1960. Le mostre riscuotono un grande successo e le valgono riconoscimenti a livello internazionale. Proprio in questi anni di maggior successo Anna Scotti decide di trasferirsi a Tellaro, luogo del suo ritiro “spirituale”. La sua attività espositiva prosegue però in molte città italiane, tra cui Trento, Parma, Lerici, Milano, attirando l’attenzione di numerosi critici e personalità di spicco nella cultura italiana come Mario Soldati o il poeta Attilio Bertolucci. L’ultima mostra si svolge nel 1993, alla Galleria Donatello a Firenze. L’artista scompare nel 1999.


Complessi archivistici prodotti:
Scotti Anna (fondo)


Bibliografia:
"Archivio Anna Scotti. Inventario a cura di Silvia Masi", 2008

Redazione e revisione:
Biagioli Beatrice
Capannelli Emilio, revisione


icona top