Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Progetti aderenti al SIUSA

img
icona Ecclesiae Venetae Archivi storici delle chiese venete

img
icona Inquisizione Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

De Feis Leopoldo

Anzi (Potenza) 1844 gen. 28 - Livorno 1909 ott. 5

Archeologo

Intestazioni:
De Feis, Leopoldo, archeologo, (Anzi 1844 - Livorno 1909)

Padre Leopoldo De Feis nacque a Anzi (Potenza) il 28 gennaio 1844. Compì i suoi studi a Napoli presso i Barnabiti di San Felice, completando a Roma le sue conoscenze di teologia. Ordinato sacerdote nel 1868, fu destinato al collegio alla Querce dove alternò per quindici anni la sua attività di insegnante con quella di studioso di latino, di archeologia e antiquaria in genere. Poté approfondire i suoi interessi di archeologo in più di un soggiorno a Roma, dove fu accolto nel 1885 nel “Collegium cultorum martyrum”, nel 1897 tra i membri della Pontificia accademia romana di archeologia. Fin dal 1878 aveva curato la sistemazione della collezione archeologica del collegio fiorentino, composta da 212 pezzi provenienti dagli scavi etruschi di Orvieto, e il catalogo di tutti i pezzi conservati. (652); più tardi, nel 1899, divenuto socio della Società Colombaria di Firenze, iniziò l’ordinamento, che non poté portare a termine, delle monete e dei sigilli di quella. Nel 1905 abbandonò per motivi di salute l’insegnamento nel liceo del collegio fiorentino, dedicandosi ai suoi studi, e assumendo l’incarico di direttore spirituale.
Morì a Livorno il 5 ottobre 1909.

Complessi archivistici prodotti:
De Feis Leopoldo (fondo)


Bibliografia:
"Dizionario Biografico degli Italiani", Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1987, vol. 33, pp. 681-682. (Dizionario biografico degli italiani)
"Guida agli Archivi delle personalità della cultura in Toscana tra '800 e '900. L'area fiorentina", a cura di E. Capannelli e E. Insabato, Firenze, Olschki, 1996, pp. 214-215

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, rielaborazione
Parenti Filippo M., 1996, prima redazione


icona top