Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Angeloni Eugenio

Monte San Savino (Arezzo) - Altipiano di Bainsizza (Slovenia) 1917 ago. 19

Militare

Intestazioni:
Ageloni, Eugenio, militare, (Monte San Savino - Slovenia 1917)

Figlio di Francesco, avvocato e magistrato, e di Adele Fanchiotti, Eugenio Angeloni nacque e Monte San Savino (AR). Dopo aver studiato al convitto Cavour di Firenze entrò per vittoria concorsuale al Collegio militare di Roma e quindi all’Accademia militare di Modena, dove divenne sottotenente dei bersaglieri. Dopo aver frequentato la scuola centrale di tiro a Parma e l’Istituto geografico militare di Firenze, svolse una missione in Libia – in particolare nella zona di Misurata – al seguito di una commissione incaricata di rilievi trigonometrici e topografici. Tornato ammalato in Italia nel luglio 1914 e posto in aspettativa per motivi di salute, allo scoppio della guerra chiese di essere mandato al fronte e venne inviato in Cadore. Promosso capitano, fu impegnato in varie operazioni militari nella zona del Pal Piccolo e in Carnia (1916), prima di partecipare col 21° battaglione bersaglieri all’avanzata sull’altopiano di Bainsizza dove morì colpito da un proiettile di mitragliatrice il 19 agosto 1917. Pochi giorni dopo la morte, fu pubblicata la sua nomina a maggiore.

Complessi archivistici prodotti:
Angeloni Eugenio (fondo)


Bibliografia:
G. Mazzoni, "Il Camposanto munumentale della Misericordia, attraverso i secoli", in "La Misericordia di Siena attraverso i secoli. Dalla Domus Misericordiae all’Arciconfratrenita di Misericordia", a cura di M. Ascheri, P. Turrini, Siena 2004, pp. 542-547, in particolare p. 535.
M. Notari Olivotti, "Luce di scomparsi. Secondo biennio di guerra", Siena 1922., pp. 145-149

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, 2010, rielaborazione
Moscadelli Stefano, 2010, prima redazione


icona top