Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Targioni Tozzetti Adolfo

Firenze 1823 - Firenze 1902

scienziato

Intestazioni:
Targioni Tozzetti, Adolfo, scienziato, botanico, chimico, zoologo, entomologo, patriota, (Firenze 1823 - Firenze 1902)

Adolfo Targioni Tozzetti nacque a Firenze il 13 febbraio 1823 da Giovanni Targioni Tozzetti e Elena Ferrati. Nel 1848 si laureò in Medicina presso l'Università di Pisa frequentando fra l'altro le lezioni di botanica (di cui fu sempre grande appassionato) e anatomia comparata tenute dai fratelli Pietro e Paolo Savi. Tornato a Firenze, grazie anche all'aiuto dello zio Antonio, iniziò ad esercitare medicina presso l'Arcispedale di Santa Maria Nuova; successivamente, dopo aver esercitato per pochi anni la professione di medico condotto, per lo più nella zona di Viareggio in occasione dell'epidemia di colera del 1854-55, abbandonò definitivamente l'attività per dedicarsi all'insegnamento e allo studio. Nel 1854 ottenne la cattedra di Botanica e materia medica sempre presso il nosocomio di Santa Maria Nuova, nel 1856 fu nominato professore di Storia naturale applicata alle arti presso l'Istituto tecnico toscano, tre anni dopo gli fu affidato l'insegnamento di chimica all'Istituto agrario delle Cascine. Durante la seconda guerra di indipendenza si arruolò come volontario in qualità di capitano medico entrando in contatto con Nino Bixio. Nel 1860 gli fu affidata la cattedra di Zoologia e anatomia comparata degli invertebrati presso l'Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento di Firenze. Appassionatosi allo studio della zoologia e in particolare dell'entomologia, nel 1869 fu il promotore ed il primo presidente della Società entomologica italiana; nel 1875 istituì la Stazione di entomologia agraria di Firenze, destinata a divenire una delle più importanti del mondo. Parallelamente alla sua attività di entomologo rivestì anche importanti incarichi governativi per il Ministero dell'agricoltura, industria e commercio. Dal 1868 al 1879 fu consigliere comunale e dal 1884 al 1889 fu anche vicepresidente dell'Accademia dei Georgofili. Morì a Firenze il 18 settembre 1902.

Complessi archivistici prodotti:
Targioni Tozzetti, Adolfo (fondo)


Bibliografia:
“ Adolfo Targioni Tozzetti. Il padre della moderna entomologia agraria”in “I Targioni Tozzetti fra ‘700 e ‘900”. Catalogo della mostra a cura di Accademia dei Georgofili e Gruppo di ricerche storiche del Museo di storia naturale dell’Università di Firenze, Nova arti grafiche, Firenze 2006, 41-46

Redazione e revisione:
Biagioli Beatrice
Capannelli Emilio, revisione


icona top