Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Vannucci Enzo

Firenze 1912 lug. 13 - Firenze 1982 giu. 6

architetto

Intestazioni:
Vannucci, Enzo, architetto, (Firenze 1912 - Firenze 1982), SIUSA

Frequentò la facoltà di Architettura di Firenze dove si laureò nel 1939 e conseguì l'abilitazione alla professione nel 1940.
La sua attività professionale, che va dal 1950 al 1981, è legata principalmente alla progettazione di strutture portanti di edifici siano essi di nuova progettazione che restaurati. Accanto alla progetta¬zione e alla direzione dei lavori relativi a edifici per civile abitazione, ville, villini, piscine stabilimenti industriali, cinematografi, chiese, banche, etc. si ritrovano progetti di notevole importanza in collaborazione con la soprintendenza ai monumenti e in particolare con gli architetti Guido Morozzi e Nello Bemporad: il restauro della Loggia dei Lanzi e del Palazzo Tolomei a Siena, il consolidamento del Forte Belvedere (1959), di Orsanmichele, del terzo braccio del porticato Buontalentiano in piazza S. Maria Nuova (1960), del Passaggio Vasariano su via dei Bardi, del portico Vasariano degli Uffizi dal lato dell'Arno. Da ricordare è lo studio per la salvaguardia della Torre di Pisa, insieme a Bemporad come progetto di massima nel 1963, da solo nel progetto definitivo nel 1973.
Importanti sono le collaborazioni con tre dei maggiori architetti fiorentini del periodo Raffaello Fagnoni, Pierluigi Spadolini, Giovanni Michelucci. Con Fagnoni si occupò della struttura portante della Chiesa San Giovanni Bosco a Livorno, e della Nuova Sede Facoltà di Lettere e filosofia e di Magistero dell'Università di Firenze; con Spadolini, della progettazione e direzione lavori della struttura portante della nuova sede del giornale «La Nazione» (1963) e della nuova Sala dei Congressi a Firenze nel restauro di Villa Vittoria (1966). Con Michelucci progettò la struttura portante della chiesa di S. Giovanni Battista sull'Au¬tostrada del Sole (1963) e quella della chiesa di Longarone (1973-1975).
Dagli anni '60, si occupò anche di pianificazione urbanistica e territoriale con la realizza-zione del piano regolatore del comune di Montevarchi, delle lottizzazioni dellezone del Pestello, della progettazione dei viali di circonvallazione, sempre nel comune di Montevarchi, del piano di fabbricazione e del regolamento edilizio del comune di Casole d'Elsa, del P.E.E.P. e del piano di fabbricazione del comune di Larciano. Infine fu consulente del tribunale di Firenze e collaudatore per conto dei Comuni di Firenze e Fiesole, e di enti tra i quali INA, ENEL, ANAS.
Fu negli anni Sessanta assistente alla cattedra di Tecnica delle costruzioni presso l'Istituto di Scienza delle Costruzioni della facoltà di Architettura di Firenze; non ottenne mai la cattedra. Alla fine degli anni '70 lavorò a Udine ed ebbe l'incarico di studiare il consolidamento dei monumenti danneggiati dal terremoto in Friuli.


Per saperne di più:
Chartae. Fondi archivistici del sistema bibliotecario di ateneo dell'Università di Firenze

Complessi archivistici prodotti:
Vannucci Enzo (fondo)


Bibliografia:
E.VANNUCCI, N.BEMPORAD, Proposta di opere provvisionali e definitive per il consolidamento del Campanile di Pisa, Firenze, s. n., 1963
O. CRISTALLINI, La costruzione della chiesa di San Giovanni Battista dell'autostrada (1960-1964), tesi di laurea, Università degli studi di Firenze, Facoltà di Architettura, aa. 1998-1999, relatore prof. Luca Giorgi
Guida agli archivi di architetti e ingegneri del Novecento in Toscana, a cura di E. INSABATO, C. GHELLI, Firenze, Edifir, 2007, 376-379 (G. Frosali)

Redazione e revisione:
Ghelli Cecilia, 2010/08/24, prima redazione


icona top