Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Waterfield Lina

Saint-Germain (Francia) 1874 ago. 16 - Sandwich (England) 1964 nov. 27

Scrittrice

Intestazioni:
Waterfield Duff Gordon, Lina Caroline Lucie, scrittrice, (Saint-Germain 1874 - Sandwich 1927)

Altre denominazioni:
Caroline Lucie Duff Gordon

Lina Waterfield (1874-1964), nata Lina Duff Gordon, divenne alla morte della madre nel 1889 la pupilla della zia Janet Ross, nata Duff Gordon che visse a Poggio Gherardo, vicino Settignano. Lina Waterfield fu tra i fondatori del British Institute nel 1917, istituzione verso la quale mantenne sempre un vivo interesse. Con il marito Aubrey Waterfield (†1944), pittore, visse, dopo averla restaurata, nella Fortezza della Brunella ad Aulla in Lunigiana; hanno gestito una scuola a Poggio Gherardo, lasciando l'Italia solo nel 1940. Lina Waterfield fu, inoltre, corrispondente dall'Italia per il quotidiano «The Observer» dal 1921 al 1939, e corrispondente straniera anche per la Kemsley Press dal 1946 al 1950. Suo marito collaborò al «The Manchester Guardian» negli anni venti. Dopo la guerra Lina tornava ad Aulla e Poggio e visse in Italia fino agli anni cinquanta.
Tra le sue pubblicazioni figurano: "The story of Perugia" by Margaret Symonds and Lina Duff Gordon, illustrated by M. Helen James (London 1901); "The story of Assisi" illustrated by Nelly Erichsen and M. Helen James (London 1901); "Rome and its story" by St Clair Baddeley and Lina Duff Gordon, illustrated by Aubrey Waterfield (London 1904); "Concise and practical guide to Rome" by Lina Duff Gordon ( London 1911); "Florence. A short guide to the art treasure of Florence" (Firenze 1950); "Castle in Italy. An autobiography" (London 1962); "Vita familiare in Italia. Lettere dagli Appennini" di Lina Duff Gordon Waterfield, traduzione di Monica Gabrielli, introduzione di Giuliano Adorni (Istituto Valorizzazione Castelli di Massa Carrara 2004).

Complessi archivistici prodotti:
Waterfield collection – Lina Waterfield papers (fondo)


Bibliografia:
"Lina Waterfield Castle in Italy. An autobiography", London, 1962

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, rielaborazione
Price Alyson, 2011, rielaborazione


icona top