Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Musso Carlo Bartolomeo

Rivara Canavese (TO) 1863 giu. 17 - Torino 1935 lug. 2

scultore

Intestazioni:
Musso, Carlo Bartolomeo, scultore, (Rivara Canavese 1863 - Torino 1935), SIUSA

Carlo Bartolomeo Musso nasce a Rivara Canavese nel 1863 da Paolo e Emilia Valletti. Scultore e decoratore si forma presso l'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino tra il 1878 e il 1882 dove si diploma in scultura. Nel 1878-1879 risulta vincitore di una medaglia di rame nella classe di Architettura, di una medaglia d’argento nella sezione Disegno di figura e di un assegno di incoraggiamento nel gran concorso di composizione scenografica con il progetto di «una sala terrena d’un palazzo stile del Seicento». Nel 1880 riceve una menzione onorevole nella sezione Prospettiva, una medaglia d’argento in Plastica Ornamentale e nel 1882 è insignito del terzo premio (medaglia d’argento) per la realizzazione di una testa dal vero e del primo premio (medaglia d’argento) per un bassorilievo dal vero nell’ambito della classe di Scultura. Carlo e il fratello Secondo si sposano l’8 dicembre 1886 a Torino nella chiesa della Gran Madre, rispettivamente con Luigia e Romana Mossello, figlie del pittore Placido, figura di notevole importanza nella fase di avvio della loro attività di decorazione, in quanto artista già affermato presso la classe politica e la borghesia imprenditoriale della Torino post-unitaria. Una fotografia di atelier documenta la presenza di Placido a fianco dei giovani generi e di Francesco Papotti, quest’ultimo forse già alle sue dipendenze. Dal matrimonio di Carlo e Luigia, nascono due figli: Paolo (1887), laureatosi in ingegneria nel 1913, e Daria (1890) sposata a Giovanni Clemente nel 1911.
Dal 1886 Carlo è co-titolare con il fratello Secondo e con Francesco Papotti della ditta Fratelli Musso e Papotti, sciolta nel 1908 e, dal 1909, titolare unico della ditta Carlo Musso. La formazione accademica fa sì che si imponga come la figura professionalmente più accreditata nell’ambito della ditta: a lui è demandata la progettazione di elementi di plastica ornamentale e di sculture, di cui molte realizzate per sepolture.
Muore a Torino nel 1935 ed è sepolto a Rivara Canavese.


Soggetti produttori:

Subordinati:
Ditta Carlo Musso, 1909 - 1936
Ditta Musso fratelli e Papotti Francesco, 1886 - 1908

Sovraordinati:
Musso Clemente, 1886 - 1935

Collegati:
Clemente Giovanni
Musso Paolo


Complessi archivistici prodotti:
Miscellaneo (fondo)
Musso Carlo (fondo)


Bibliografia:
A. PERIN, Figure di artisti nell’archivio Musso Clemente in Mestieri d’arte e architettura. L’archivio Musso Clemente 1886-1974, a cura di E. BODRATO, A. PERIN, C. ROGGERO, Torino, Centro Studi Piemontesi, 2011, pp.29-32.
E. BODRATO, A. PERIN, Una bottega di decorazione a Torino tra Otto e Novecento in Mestieri d’arte e architettura. L’archivio Musso Clemente 1886-1974, a cura di E. BODRATO, A. PERIN, C. ROGGERO, Torino, Centro Studi Piemontesi, 2011, pp.41-52.
Mestieri d’arte e architettura. L’archivio Musso Clemente 1886-1974, a cura di E. BODRATO, A. PERIN, C. ROGGERO, Torino, Centro Studi Piemontesi, 2011.

Redazione e revisione:
Bodrato Enrica, 2011/03/24, prima redazione


icona top