Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Viale Prelà Michele

Bastia (Francia) 1798 set. 29 - Bologna 1860 mag. 15

Cardinale
Arcivescovo

Intestazioni:
Viale Prelà, Michele, religioso, cardinale, arcivescovo, (Bastia 1798-Bologna 1860)

Michele Viale-Prelà nasce a Bastia nel 1799 da una famiglia di notabili di origini genovesi. Mentre i fratelli Salvatore e Benedetto si distinguono l'uno in campo letterario e l'altro in quello medico, Michele intraprende la carriera ecclesiastica. Dopo aver compiuto gli studi presso il Seminario Romano, il Collegio Romano (dottorato in teologia) e l'Università La Sapienza (dottorato in filosofia e studi in legge), nel 1823 viene ordinato sacerdote ed entra al servizio del Cardinale Luigi Lambruschini presso la Segreteria di Stato. Consacrato arcivescovo nel 1841 ricopre prima la nunziatura in Baviera (Monaco) e poi nel 1845 in Austria (Vienna). Papa Pio IX lo eleva al rango di cardinale nel concistoro del 7 marzo 1853 dopo averlo nominato in pectore il 15 marzo 1852. Pro-nunzio in Austria dal 1853 al 1856, nel settembre del 1855 viene nominato arcivescovo di Bologna dove però si trasferisce effettivamente solo un anno più tardi. Fine diplomatico e amico personale di Metternich, mantiene rapporti tra la Chiesa cattolica, ortodossa e riformata. Nel 1855 firma per conto di papa Pio IX il Concordato tra la Santa Sede e l'Impero Austro-Ungarico. Muore a Bologna nel 1860.

Complessi archivistici prodotti:
Viale-Prelà Salvatore, Benedetto e Michele (fondo)


Bibliografia:
Francesco Dante, "Vienna una finestra sull'Oriente europeo: la nunziatura di Michele Viale-Prelà", Roma, Nuova cultura, 2010.

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Frosali Viviana, 2011/12, prima redazione
Morotti Laura, 2011/12, rielaborazione


icona top