Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Zeppilli Alice

Mentone (Francia) 1885 ago. 28 - Pieve di Cento (Bologna) 1969 set. 14

soprano

Intestazioni:
Zeppilli, Alice, soprano, (Mentone 1885 - Pieve di Cento 1969), SIUSA

Alice Zeppilli nasce a Mentone (Francia) il 28 agosto 1885 da Giuseppina Bonfiglio e dal direttore d'orchestra Nicola Zeppilli. Giovanissima, studia canto sotto la guida dei più celebri maestri del tempo (Raoul Gunsbourg, Melchiorre Vidal e Elettra Callery-Viviani) e nel 1902 si esibisce alla Fenice di Venezia nell'opera "Chopin" di Giacomo Orefice; si perfeziona quindi a Parigi studiando con il soprano Rose Caron ed intraprendendo subito dopo una serie di tournée in varie città d'Europa, in Egitto ed in Messico. A New York viene ingaggiata dall'impresario Oscar Hammerstein per la stagione 1906-1907 del Teatro dell'Opera di Manhattan, appena inaugurato, dando così inizio ad una prestigiosa carriera che l'avrebbe condotta, per gli otto anni successivi, nelle più grandi città statunitensi sotto la direzione del maestro Cleofonte Campanini. Nel 1913 sposa il pievese Giuseppe Alberghini, primo violoncello dell'orchestra di Chicago. Due anni dopo, quando il marito viene richiamato sotto le armi, lo segue in Europa; a questo periodo risale l'amicizia con Gabriele D'Annunzio, superiore del marito al fronte. Al termine del conflitto, i coniugi fanno ritorno negli Stati Uniti, dove Alice continua ad esibirsi sino al 1926 accanto ai più celebri artisti della scena lirica dell'epoca, tra cui figurano Caruso, Bonci, Schipa, Battistini, Journet e Gigli. In seguito prosegue il suo impegno artistico dedicandosi all'insegnamento del canto.
Alla morte del marito, avvenuta a New York nel 1954, Alice Zeppilli si stabilisce definitivamente a Pieve di Cento, nella villa acquistata nel 1920. Qui si spegne il 14 settembre 1969.


Soggetti produttori:

Collegati:
Alberghini Giuseppe


Per saperne di più:
Comune di Pieve di Cento. Alice Zeppilli

Complessi archivistici prodotti:
Collezione Zeppilli-Alberghini (collezione / raccolta)


Bibliografia:
Il cherubino di D'Annunzio. La figura e l'arte di Alice Zeppilli, a cura di A. ORLANDINI, Bologna, Maurizio Magri Editore, 2004
Il teatro e la musica a Pieve di Cento, a cura di A. ORLANDINI, Bologna, Costa Editore, 2000, pp. 205 - 206

Redazione e revisione:
Casale Mara, 2012/05/10, prima redazione
MenghiSartorio Barbara, 2015/06/18, supervisione della scheda
Xerri Maria Lucia, 2013/01/30, revisione


icona top