Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Gazzei Barbetti Vittoria

Siena 1892 ott. 25 - Siena 1934 mar. 30

Scrittrice

Intestazioni:
Gazzei Barbetti, Vittoria, scrittrice, (Siena 1892 - Siena 1934)

Vittoria Gazzei nacque a Siena il 25 ottobre 1892 da Gaetano ed Emma Mazzi, ma venne adottata da Maria Barbetti. Allieva del musicista senese Rinaldo Franci, si narra che sia stata un'abile violinista e che, colpita da una malattia alle mani, nel 1924 abbia dovuto abbandonare definitivamente l'esecuzione musicale per dedicarsi alla scrittura, pubblicando tra l'altro su periodici locali con vari pseudonimi (Il Poro Beppe, Vittorio De Vitte, Vty, Vittorina da Siena, Vezio Zari-Gatti). Frequentando gli ambienti letterari senesi, conobbe Federigo Tozzi, che a lei si ispirò per delineare la violinista Enrichetta Gastinelli nel racconto "Dopo il concerto" (in "Novelle, 1913). Vittoria Gazzei Barbetti, donna molto religiosa, dopo l'apprezzata pubblicazione dei "Medaglioni cateriniani" per la casa editrice SEI, collaborò con numerosi periodici d'ispirazione cattolica, quali «Fiamma viva», «Cordelia» (sul quale pubblicò a puntate nel 1928 il romanzo "L'ala della fortuna"), «Matelda» (di cui fu direttrice per tre mesi), «Nuovo Giornale», «Vita Femminile», «L'Alba», «Ars Italica», «Il Solco», «Illustrazione Toscana», «Avvenire d'Italia». Morì a Siena, a soli 42 anni, il 30 marzo 1934. Tra i suoi scritti ricordiamo: "Medaglioni Cateriniani", Torino, SEI, 1924; "Racconti senesi", Torino, SEI, 1924; "Tre voci nell'ombra", Torino, SEI, 1925; "La forza del silenzio", Torino, SEI, 1925; "A sfondo azzurro", Torino, SEI, 1926; "Amore di tempi lontani", Firenze, Le Monnier, 1928; "L'ala della fortuna", Bologna, Cappelli, 1929; "La Madonnina", Milano, Pro Familia, 1930; "La Casina delle ombre", Firenze, Bemporad, 1930; "Il bosco che canta", Bologna, Cappelli, 1930; "Il giglio nel roveto", Firenze, Salani, 1931; "La casa dalle cento porte", Roma, SALES, 1932; "Il dono ardente", Milano, Pro Familia, 1934; "Il sole sulla soglia", Milano, Pro Familia, 1934; "La valle degli incantesimi", Torino, Marietti, 1934; "Ali azzurre", Milano, Gasparini, 1935.

Per saperne di più:
Catalogo dei libri pervenuti in dono per legato testamentario della sig.a maestra Maria Barbetti
La biblioteca delle signorine, Salani

Complessi archivistici prodotti:
Gazzei Barbetti Vittoria (fondo)


Bibliografia:
"Necrologio", in «Almanacco della donna italiana», Firenze, Bemporad, 1935, p. 411
R. Mandel, "Il libro dei libri", Milano, Gorlini, 1930, pp. 146-147
L. Marri Martini, "Scrittori senesi. Vittoria Gazzei Barbetti", in «La Diana», IX (1934), pp. 268-274
U. Cagliaritano, "Mamma Siena. Dizionario biografico-aneddotico dei senesi", Siena 1972, IV, p. 949
C. Zavattini, recensione a Vittoria Gazzei Barbetti, "L'ala della fortuna", Bologna, Cappelli, 1929 in «L'Italia letteraria», 21 ottobre 1929, ora in C. Zavattini, "Dite la vostra. Scritti giovanili", Parma, Ugo Guanda Editore, 2002, p. 368

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Fabbrini Marta, 2013/03, prima redazione
Morotti Laura, 2013/04, rielaborazione


icona top