Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Rubinelli Gaetano

Verona 1886 ott. 25 - Verona 1971 ott. 17

ingegnere

Intestazioni:
Rubinelli, Gaetano, ingegnere, (Verona 1886 - Verona 1971), SIUSA

Dopo aver frequentato il Seminario vescovile di Verona, segue le orme del padre, ingegnere del Genio civile di Adria, iscrivendosi all'Istituto Tecnico Superiore di Milano dove è proclamato ingegnere industriale il 17 settembre 1910. L'anno seguente entra alle dipendenze del Consorzio Canale Camuzzoni in qualità di segretario, carica esercitata fino al 1964. La lunga attività presso il Consorzio ebbe una sola interruzione, tra il 1916 e il 1919, quando Rubinelli viene arruolato come ufficiale del Genio pontieri. Al suo rientro dal fronte riprende regolarmente servizio dapprima come segretario e, dal 1920, come ingegnere consortile.
Collabora con il Comune di Verona in qualità di membro di commissioni comunali e come ingegnere straordinario dell'ufficio tecnico.
Nel 1925 si iscrive al Collegio degli Ingegneri della Provincia di Verona e tra il 1920 e 1927 è tra i protagonisti del dibattito sullo sfruttamento del Medio Adige.
Nei primi anni Trenta ricopre numerosi incarichi, divenendo membro della Consulta dell'Associazione Fascista della Proprietà Edilizia nonché consulente tecnico e consigliere dell'Ente Autonomo per le Fiere di Verona tra il 1932 e 1938. Nei periodi 1929-34 e 1936-46 ricopre la carica di consigliere di amministrazione della Banca Mutua Popolare di Verona.
Contemporaneamente all'opera svolta presso il Consorzio Camuzzoni, Rubinelli si dedica alla libera professione e sviluppa progetti di acquedotti, reti irrigue e canali navigabili, offrendo consulenza anche a imprese.
Tra i suoi lavori figurano interventi nel campo edilizio, in particolare ristrutturazioni di edifici religiosi, tra cui l'istituto delle Piccole Figlie di Lourdes in Via Mazza e gli Istituti Suore di S.Giuseppe, S. Luigi, S. Silvestro ed il Seminario dei Padri capuccini.
Nel 1933 è tra i partecipanti al concorso per il rifacimento di ponte Garibaldi a Verona.
A metà degli anni Trenta acquista il settecentesco Palazzo Fracastoro, in via Ponte Rofiolo 6, divenuto poi Palazzo Rubinelli. Già membro della Commissione imposte, ricopre in quegli anni la carica di podestà di San Pietro in Cariano e quella di presidente della locale Cantina Sociale, fondata nel 1939.
Si ritira infine dal Consorzio Camuzzoni il 31 ottobre 1964 a fine mandato; il suo posto viene rilevato dal figlio Giovanni Battista.



Soggetti produttori:

Collegati:
Gozzi Antonluigi


Per saperne di più:
Diga di Chievo

Complessi archivistici prodotti:
Rubinelli Gaetano (fondo)


Bibliografia:
M. MORGANTE, Rubinelli Gaetano, Dizionario biografico dei veronesi (sec. XX) vol. 2, a cura di G.F. VIVIANI, Verona, Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere, 2006, 721
M. MORGANTE, Il canale e la città. Il Consorzio canale Camuzzoni nel primo Novecento, Sommacampagna, Cierre edizioni, 2006, 129-132

Redazione e revisione:
Tommasi Cristina, 2014, revisione
Zacchilli Ilaria, 2013/08/05, prima redazione


icona top