Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Ligini Cesare

Roma 1913 ott. 23 - Roma 1988

architetto

Intestazioni:
Ligini, Cesare, architetto, (Roma 1913 - Roma 1988), SIUSA

Nato a Roma il 23 ottobre 1913, da Alfredo Ligini ed Enrica Sarrocchi, attraverso il padre, che realizza le installazioni in legno per le mostre della Quadriennale, conosce il mondo delle arti; frequenta il Liceo Artistico di via Ripetta e la Scuola Superiore di Architettura di Roma. Divenuto architetto nel 1939 inizia la sua carriera come scenografo.
Già prima del 1940, anno in cui a causa della II° Guerra Mondiale viene richiamato alle armi fino al 1944, aveva partecipato a importanti concorsi nazionali di Architettura, attività che riprende nel dopoguerra ottenendo premi ed importanti incarichi di progettazione, tra cui il Velodromo Olimpico all'Eur.
Gli allestimenti sono un tema progettuale costante di tutta la sua vita professionale. Disegna gli allestimenti interni ma anche i padiglioni, fino a concepire intere aree fieristiche. Pochi sono invece i progetti di ristrutturazioni: i suoi primi lavori e successivamente gli incarichi per committenti ricorrenti come il ministro Giuseppe Medici.
Negli anni 1950-70 si specializza nell'architettura per lo sport. Insieme all'ing. Dagoberto Ortensi e all'arch. Silvano Ricci fonda lo Studio Tecnico Impianti Sportivi e progetta stadi, piste ciclistiche, campi sportivi, piscine, palestre come il Velodromo Olimpico a Roma (oggi demolito) e l'Istituto di Medicina Sportiva all'Acqua Acetosa, il Palazzo dello Sport di Milano e il Nuovo Stadio di Napoli, oltre a molti complessi sportivi per piccoli e medi centri.
Concorre a disegnare la Roma contemporanea con progetti quali: il Ministero delle Finanze e il Catasto del Ministero stesso, il Velodromo Olimpico, il Centro di distribuzione Idrica dell'A.C.E.A e ancora l'Aerostazione intercontinentale di Fiumicino, il Mercato Ortofrutticolo e Mercato Ittico all'ingrosso nel Nuovo Complesso Annonario, due progetti per i quali riceve importanti riconoscimenti, e la Nuova Sede del Comitato Nazionale per l'Energia Nucleare alla Casaccia.
Fuori dall'Italia, oltre gli allestimenti, cura alcuni progetti a Caracas, a Teheran, in Iraq, in Arabia
Saudita. Il più importante a Washington: la Nuova sede dell'Ambasciata italiana.
Progetta ripetutamente scuole di vario livello e ospedali per cui progetta anche due opere d'arte.
E' particolarmente prolifico nel disegnare chiese, per cui sperimenta nuove forme e tipologie e monumenti.
Si occupa anche di edilizia residenziale, dalla casa modello per un committente immaginario sul Lago di Nemi, ai progetti realizzati a Ostia, a Taranto, a Salerno, nella provincia di Alessandria e nella provincia di Lecce. Redige alcuni piani tra cui il Piano Regolatore di Orte.
E' membro del Consiglio dell'Ordine degli Architetti di Roma e del Lazio, segretario della Sezione Laziale dell'Istituto Nazionale di Urbanistica, e componente di commissioni giudicatrici di concorsi nazionali.
Oltre che con l'Ing. Dagoberto Ortensi e l'Arch. Silvano Ricci, collabora con altri ingegneri e architetti, tra cui, oltre ai due cognati Mario De Renzi e Roberto Nicolini, Augusto Baccin, Beniamino Barletti, Leo Calini e Eugenio Montuori, Vittorio Cafiero, Gianfranco Caniggia, Sergio Lenci, Ugo Luccichenti, Carlo Mollino. Profondo il rapporto di stima e amicizia con Bruno Zevi, uno dei pochi che ne valorizzò l'operato pubblicando molte delle sue opere.
Negli ultimi anni della sua vita dopo aver smesso la professione torna alla sue antica passione, il disegno. I suoi quadri vengono messi in mostra nel 1982 alla Galleria d'Arte Trifalco di Roma. Muore, per complicazioni polmonari, nel 1988.


Complessi archivistici prodotti:
Ligini Cesare (fondo)


Bibliografia:
Cesare Ligini architetto, a cura di Valeria Lupo, Roma Prospettive Edizioni, 2014
Cesare Ligini, Catalogo della Mostra tenuta a Roma dal 18 novembre al 4 dicembre 1982, Roma Galleria d'Arte Trifalco 1982
A.M.IPPOLITO, M.PAGNOTTA, Roma costruita. Le vicende, le problematiche e le realizzazioni dell'architettura a Roma dal 1946 al 1981, Roma 1982, 67, 70, 84, 86-87, 99
I. DE GUTTRY, Guida di Roma moderna dal 1870 ad oggi, Roma 1989, 91, 94, 101, 130
Dizionario dei monumenti italiani e dei loro autori. Roma dal Rinascimento ai nostri giorni, a cura di V. SGARBI, Milano 1991, 142-143
P.O. ROSSI, Roma - Guida all'architettura moderna 1909-2000, Bari Laterza, 2000, 123

Redazione e revisione:
Reale Elisabetta, 2013/09/02, prima redazione


icona top