Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Caffarelli Lamberto

Faenza 1880 ago. 6 - Faenza 1963 mar. 18

musicista, antroposofo

Intestazioni:
Caffarelli, Lamberto, musicista, antroposofo, (Faenza 1880 - 1963), SIUSA

Figlio di Colombo Caffarelli e di Edvige Regoli, fu una figura singolare nel panorama culturale faentino della prima metà del Novecento. Dal 1891 al 1896 fu alunno del Seminario faentino e successivamente frequentò la Scuola di musica di Faenza ed il Liceo musicale di Bologna, dove conseguì, nel 1902, il diploma di maestro in composizione. Fu direttore della Scuola di musica dal 1921 al 1925 e autore dei poemi scenici "Galeotus" (1920) e "Kisa Gotami" (1919).
Gli anni tra la fine del secolo e lo scoppio del primo conflitto mondiale furono, per Caffarelli, un periodo di intensa e tormentata ricerca interiore, caratterizzata dall'allontanamento dalle credenze religiose tradizionali; gli esiti mistico-esoterici della sua ricerca accentuarono progressivamente il suo isolamento e la sua solitudine. In ambito locale ebbe stretti rapporti con i cattolici "autonomisti" della Lega democratica nazionale murriana e postmurriana, collaborando a diverse iniziative pubblicistiche quali l'«Azione» di Giuseppe Donati ed Eligio Cacciaguerra, la «Rivista bibliografica», «La Rivolta ideale».
Nel 1922 vi fu l'incontro decisivo con Rudolf Steiner, il fondatore dell'antroposofia. La sua piena adesione alla dottrina steineriana trovò espressione ne "L'arte nel mondo spirituale" (1925), vero e proprio manifesto di un'estetica antroposofica. Di analoga ispirazione furono il poema musicale "Adonie" (1930) e il dramma "Ikhunaton" (1933).

Per saperne di più:
ASPI - Protagonisti della storia delle scienze della mente. Lamberto Caffarelli

Complessi archivistici prodotti:
Caffarelli Lamberto (fondo)


Bibliografia:
T. MELANDRI, Un compositore italiano del 1880: Lamberto Caffarelli (tesi dattiloscritta), relatore D. RIVERA, Livorno, Istituto superiore di studi musicali Pietro Mascagni, a.a. 2007/2008
G. Fagnocchi, La visione spirituale nell'arte di Lamberto Caffarelli, in «Torricellina», n. 57/58 (2006-2007), pp. 24-70
G. De Turris (a cura di), Esoterismo e fascismo: storia, interpretazioni, documenti, Roma, Edizioni mediterranee, 2006
A. Cassani, Lamberto Caffarelli, in Faenza nel Novecento, a cura di A. Montevecchi, vol. II, Faenza, Edit Faenza, 2003, pp. 532-533
A. Montevecchi, Ideologie, cultura e letteratura, in Faenza nel Novecento, a cura di A. Montevecchi, Faenza, Edit Faenza, 2003, vol. 2, pp. 481-485
D. Tampieri, Musica e istituzioni musicali, in Faenza nel Novecento, a cura di A. Montevecchi, vol. 3, Faenza, Edit Faenza, 2003
E. Golfieri, Lamberto Caffarelli. Un enigma esistenziale, in «Torricelliana», n. 41 (1990), pp. 275-288
A. Casanova, Caffarelli e l'antroposofia, in «In Rumâgna», III (1976), n. 1, pp. 77-82
G. CATTANI, Lamberto Caffarelli e i suoi inediti, in «Torricellina», n. 25 (1974)
G. Cattani, Schizzo di una tradizione, in Id., Note faentine, Faenza, Lega, 1974, pp. 55-66
E. Pappacena, Di alcuni cultori della scienza dello spirito, Palo del Colle, Bari, Andriola, 1971, pp. 135-160.
G. Pecci, Leone Tolstoi visto dal Maestro faentino. Una ignorata polemica ed altri apporti. Nel secondo anniversario della morte di Lamberto Caffarelli. Faenza, 6 agosto 1880 - 13 marzo 1963, in «La Piê», n. 2 (1965), pp. 53-57
I. Cinti, "L'arte nel mondo spirituale" e l'"Ikhunaton" di Lamberto Caffarelli, Bologna, Tamari, 1965
A. Casanova, Lamberto Caffarelli. Vita. Catalogo delle opere. Scritti. Bibliografia, Faenza, Lega, 1964

Redazione e revisione:
Fanti Silvia, 2011/09/16, prima redazione
MenghiSartorio Barbara, 2016/04/20, supervisione della scheda
Zocchi Paola, 2013/11/06, revisione


icona top