Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Russell Peter Irwin

Bristol (Inghilterra) 1921 set. 16 - San Giovanni Valdarno (Arezzo) 2003 gen. 22

Scrittore: poeta
Editore

Intestazioni:
Russell, Peter Irwin, scrittore, poeta, editore (Bristol 1922 - San Giovanni Valdarno 2003)

Peter Irwin Russell nasce a Bristol, il 16 settembre 1921. Nel 1927 comincia gli studi in un collegio privato e nel 1934 vince una borsa di studio per le lingue classiche presso il Malvern College. In questo periodo, dopo le giovanili letture dei classici, in particolare Omero e Platone, Russell comincia a leggere Dante, gli stilnovisti, i preraffaelliti. A partire dal 1935 si applica allo studio delle scienze naturali e del tedesco e la conoscenza della nuova lingua lo porterà alla lettura dei poeti romantici tedeschi. Nel 1939, ad Heidelberg per una vacanza, decide di arruolarsi volontario nell'artiglieria britannica, nei servizi antiaerei. Tra il 1944 e il 1945 il servizio contro i giapponesi, in Birmania, Cina, India e Malaysia, lo spinge allo studio delle lingue orientali. Negli stessi anni un'incursione aerea distrugge la casa inglese di Russell, che conteneva la sua biblioteca e i manoscritti degli studi giovanili. Rientrato in Inghilterra al termine della guerra, Russell prosegue gli studi all'Università di Londra e si accosta alla poesia di Ezra Pound. Nel 1947 trascorre sei mesi a Firenze, dove frequenta la Biblioteca dell'Istituto britannico, e conosce Piero Bigongiari, Tommaso Landolfi, Eugenio Montale, Napoleone Orsini, grazie al tramite degli amici Sergio Baldi e Arnolfo Ferruolo. Tra il 1947 e il 1951 visiterà ogni anno l'Italia e trascorrerà molto tempo a Parigi. Nel 1948 comincia la collaborazione per «World Review», e l'anno seguente fonda la rivista «Nine», che uscirà fino al 1958 e a cui collaboreranno George Santayana, Thomas Stearn Eliot, Ezra Pound, Charles Sinclair Lewis, Jorge Louis Borges e molti altri. Nel 1950 si trasferisce per sei mesi nel sud della Francia, per studiare la poesia provenzale e la poesia portoghese. Si dedica inoltre alla pubblicazione di opere in prosa di Ezra Pound e fonda The Ezra Pound Society, presieduta da T. S. Eliot, per diffondere le idee del poeta e richiedere la sua scarcerazione da parte del governo statunitense. Nel 1951 si sposta in campagna, in Inghilterra, per portare a termine gli studi su Ovidio e Pound, ma la casa viene distrutta da un incendio e dopo pochi giorni Russell viene richiamato sotto le armi per la guerra di Corea. Al ritorno si trasferisce nella contea di Sussex, dove vivrà fino al 1959. In questo periodo gestisce una libreria a Tunbridge Wells e comincia la stampa artigianale di libri di poesia. Nel 1954 appare il primo libro che ha come protagonista il poeta tardoromano Quintilius ("Three Elegies of Quintilius"). Intorno alla fine degli anni Cinquanta Russell studia il russo e traduce le poesie di Pasternak. Dal 1959 al 1963 abita a Londra, dove gestisce una libreria a Soho e comincia lo studio del persiano e della cultura africana. Quando la libreria fallisce si trasferisce a Berlino, da dove passa, nel 1965, a Venezia, che rimarrà la sua residenza fino al 1983. In questo periodo ha frequenti contatti con Ezra Pound. Negli stessi anni si reca in Iugoslavia e traduce poeti slavi. Dal 1970 studia le lingue arabe, l'ebraico e il sanscrito. Negli anni Settanta insegna all'Università della British Columbia e a Fraser Valley, in Canada, e alla Purdue University (Indiana, U. S. A.). Dal 1977 al 1979 insegna alla Farah Pahlavi University e al Damavand College a Teheran, ma è costretto ad abbandonare l'Iran a causa della rivoluzione. Nella sua autobiografia dirà «A causa della Rivoluzione islamica ho dovuto abbandonare tutto e fuggire dall'Iran per tornare in Italia. Ho perso così 5000 libri di gran pregio, tutti gli appunti e abbozzi delle mie conferenze». Nel 1984 si trasferisce a Pian di Scò, in un vecchio mulino denominato La Turbina, e nel 1990 pubblica il primo numero della rivista dal significativo titolo di «Marginalia». All'inizio degli anni Duemila è costretto a trasferirsi presso la Residenza sanitaria assistenziale di Castelfranco di Sopra. Muore il 22 gennaio 2003, all'ospedale di Santa Maria alla Gruccia di Montevarchi - San Giovanni Valdarno.

Per saperne di più:
Autobiografia di Peter Russell

Complessi archivistici prodotti:
Russell Peter Irwin (fondo)


Bibliografia:
Leonello Rabatti, Peter Russell: una vocazione poetica "assoluta", «Pietraserena», XVII (2005), pp.1-12, consultabile anche on line (Leonello Rabatti : Peter Russell una vocazione poetica assoluta)
Autobiografia di Peter Russell, consultabile on line (Autobiografia di Peter Russell)

Redazione e revisione:
Borgia Claudia, 2015/11, prima redazione
Capannelli Emilio, revisione
Morotti Laura, 2015/11, revisione


icona top