Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Soggetti produttori

Soggetti conservatori

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Battelli Guido

Sarzana (La Spezia) 1869 set. 24 - Firenze 1955 apr. 13

Professore
Traduttore

Intestazioni:
Battelli, Guido, insegnante, traduttore, (Sarzana 1869 - Firenze 1955)

Guido Battelli nacque a Sarzana il 24 settembre 1869, in un'agiata famiglia di origine parmigiana. Compì studi di Diritto presso le Università di Parma e Bologna e successivamente quelli di Filosofia all'Università di Firenze, portando avanti parallelamente l'attività di poeta e saggista. Stabilitosi a Firenze si sposò ed ebbe un'unica figlia, Fiorella. Il 18 aprile 1930, grazie ai legami che il marito della figlia, Guido Vitaletti, aveva già stabilito in Portogallo, firmò un contratto per l'insegnamento di Storia della letteratura italiana alla Facoltà di Lettere dell'Università di Coimbra, ove rimase per quattro anni. Qui fece la conoscenza della poetessa portoghese Florbela Espanca (Flor Bela de Alma da Conceição, 1894-1930), con la quale iniziò una fitta corrispondenza. Dopo il suicidio della Espanca (8 dicembre 1930, giorno del suo 36° compleanno) curò nel 1931 le edizioni postume di "Charneca em flor", "Cartas de Florbela Espanca, Juvenilia" (Coimbra, Golçalves) e "Máscaras do destino" (Porto, Industria Gráfica), nonché la ristampa del "Livro de Mágoas" e del "Livro de Sóror Saudade" (Coimbra, Gonçalves). Nel novembre 1934 Battelli, a seguito di una discussione con il collega Eugénio Castro e stanco degli intrighi dei colleghi universitari, decise di lasciare il Portogallo per tornare in Italia dove si impegnò nel tradurre e diffondere il lavoro di Florbela Espanca e di altri poeti portoghesi. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale, venne chiamato a occuparsi della biblioteca di Sassoferrato, in provincia di Ancona. Guido Battelli morì a Firenze il 13 aprile 1955. Nella sua vasta bibliografia, spiccano lavori aventi come oggetto la cultura portoghese e tra essi ricordiamo: "Il terremoto di Lisbona nelle stampe portoghesi del tempo", s.l., 1931 (estratto da "La bibliofilia"); "Coimbra. Versi", Lanciano, Carabba, 1928; "Domenico Vandelli e il giardino botanico di Coimbra", Coimbra, Coimbra Editora, 1929; "Florbella Espanca: ricordo", Coimbra, Grafica Conimbricense, 1931; "Lirici portoghesi moderni", Lanciano, Carabba, 1929; "Filippo Terzi architetto militare in Portogallo", Roma, Istituto di cultura del Genio militare, 1930 (estratto da "Atti dello Istituto di architettura militare"); A. D. Gomes Leal, "Liriche", traduzione di G. Battelli, Firenze, Seeber, 1933; A. Nobre, "Liriche", traduzione di G. Battelli, Firenze, Seeber, 1933; "Florbella Espanca: 1895-1930," Firenze, s.n.t, 1935; "Andrea Sansovino e l'arte italiana della rinascenza in Portogallo", Firenze, Seeber, 1936; "Due celebri monaci portoghesi in Firenze nella prima metà del Quattrocento: l'abate Gomes e Velasco di Portogallo", Firenze, Olschki, 1939 (estratto da "Archivio storico italiano"); "La corrispondenza del Poliziano col re don Giovanni II di Portogallo", Firenze, Centro nazionale di studi sul Rinascimento, 1939 (estratto da «La rinascita»); "L'abate don Gomes Ferreira da Silva e i Portoghesi a Firenze nella prima metà del Quattrocento", in "Relazioni storiche fra l'Italia e il Portogallo. Memorie e documenti," Roma, Reale Accademia d'Italia, 1940, pp. 149-163; "Le aquile di Francisco de Hollanda", Milano, s.n.t., 1940 (estratto da «L'arte»); "Primitivi portoghesi", «Emporium. Rivista mensile illustrata d'arte, letteratura, scienze e varietà», n. 561 (settembre 1941), pp. 118-125; "Terzi o Torralva? a proposito del chiostro grande nel monastero dei cavalieri di Cristo a Tomar (Portogallo)", Roma, Tipografia regionale, 1941 (estratto da «Bollettino dell'Istituto storico e di cultura dell'Arma del Genio»); "Abilio Guerra-Junqueiro", Milano, Malfasi, 1951 (estratto da «Letterature moderne»).

Complessi archivistici prodotti:
Battelli Guido (fondo)


Bibliografia:
B. Molossi, "Guido Battelli è morto a Firenze", in «Gazzetta di Parma», 14 aprile 1955
L. Apa, "Guido Battelli e la cultura portoghese", in "L'apporto italiano alla tradizione degli studi ispanici, Atti del Congresso, 'Nel ricordo di Carmelo Samonà', Napoli , 30 gennaio-1 febbraio 1992", Roma, Instituto Cervantes, 1993, pp. 171-176 (Guido Battelli e la cultura portoghese)

Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Fabbrini Marta, 2015/11, prima redazione
Morotti Laura, 2015/11, revisione


icona top