Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Profili istituzionali » Profilo istituzionale

Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR, 1918 -

1918 -

L'Associazione nazionale combattenti venne fondata a Roma il 4 novembre 1918, assumendo in breve tempo una notevole importanza per il numero degli aderenti e per i problemi che da essa furono agitati. La legge del 19 aprile 1923, n. 850, affidò all'Associazione la rappresentanza degli interessi morali e materiali dei reduci e la loro tutela presso il Governo e presso l'Opera nazionale combattenti. Il successivo regio decreto 24 giugno 1923, n. 1371, la eresse in ente morale avente personalità giuridica di diritto pubblico; con lo stesso decreto ne venne approvato lo statuto organico.
Nel 1947 l'Associazione nazionale combattenti si fuse con l'Associazione nazionale reduci dalla prigionia, assumendo la nuova denominazione di Associazione nazionale combattenti e reduci.
In seguito all'emanazione del d.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, attuativo della legge 22 luglio 1975, n. 382 sull'ordinamento regionale e sull'organizzazione della pubblica amministrazione, l'Associazione fu inserita al punto 38 della "tabella B", allegata al suddetto d.p.r., il cui art. 115 precisava che "gli enti di cui all'allegata tabella B, che abbiano una struttura associativa, continuano a sussistere come enti morali assumendo la personalità giuridica di diritto privato con il decreto del Presidente della Repubblica emanato ai sensi dell'articolo precedente e ad essi individualmente relativo. Essi conservano la titolarità dei beni necessari allo svolgimento delle attività associative, nonché di quelle derivanti da atti di liberalità o contributi degli associati".
Con i successivi d.P.R. 30 settembre 1982, n. 811 e 10 marzo 1986, n. 127, vennero approvati due testi dello statuto associativo. In particolare, l'ultimo, risultante dalle deliberazioni del congresso nazionale del 13 ottobre 1984 e del consiglio direttivo centrale del 4 ottobre 1985, ne delineò gli obiettivi e l'organizzazione odierni.
L'Associazione si pone quale soggetto di rappresentanza degli interessi materiali e morali dei combattenti e reduci iscritti. E' territorialmente organizzata in federazioni provinciali e in sezioni, dispone di organi centrali e di organi periferici, previsti dall'art. 20 dello statuto.
Per quanto riguarda le sezioni, esse possono essere costituite in ogni comune, o frazione di comune, purché a formarla concorrano almeno quindici soci. Ogni sezione ha autonomia organizzativa e di gestione e svolge la propria attività nell'interesse dei combattenti e dei reduci della rispettiva circoscrizione territoriale nei limiti dello statuto e in armonia con le direttive degli organi centrali e provinciali.
Gli organi istituzionali di ogni sezione sono quattro:
- l'assemblea di sezione, costituita da tutti i soci;
- il presidente di sezione, che ne ha la rappresentanza e ne firma gli atti ufficiali;
- il consiglio direttivo di sezione, con compiti esecutivi e di gestione;
- il collegio dei sindaci della sezione, con compiti di controllo della gestione economico-finanziaria.
Gi organi esecutivi e di controllo sono rinnovati, di norma, ogni tre anni. Ogni assemblea di sezione può inoltre eleggere a vita un presidente onorario, scelto fra i soci che "hanno servito la Sezione con impegno e alto senso di responsabilità".

(Testo rielaborato a partire dal sito "LombardiaBeniCulturali": http://www.lombardiabeniculturali.it/archivi/profili-istituzionali/MIDL000236/)


Soggetti produttori collegati:
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Alleghe
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Cerreto di Spoleto
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Gonnesa
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Massa e Cozzile
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Monte San Giovanni in Sabina
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Preci
Associazione nazionale combattenti - ANC. Sezione di Toffia
Associazione nazionale combattenti di Vibo Valentia
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Barbarano Romano
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Bassiano
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Carasco
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Casaprota
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Castel Sant'Elia
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Cerano d'Intelvi
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Città di Castello
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Collazzone
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Collescipoli
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Gagliole
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Gallese
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Grandate
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Mogliano
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Montedinove
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Monteleone di Spoleto
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Norcia
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Polcenigo
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di San Paolo di Civitate
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Savogna
Associazione nazionale combattenti e reduci - ANCR. Sezione di Urbania
Associazione nazionale combattenti e reduci dalla prigionia, internamento e guerra di liberazione. Sezione comunale di Trescore Balneario
Opera nazionale combattenti. Sezione di Sanluri


Bibliografia:
Novissimo digesto italiano. Appendice, Torino, UTET, 1981, vol. II, Cog-Dir, 41

Redazione e revisione:
Lonzini Silvia, 2005/11/03, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2010/01/11, revisione


icona top