Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Profili istituzionali » Profilo istituzionale

Cassa di risparmio, sec. XVIII inizio -

Accanto alle grandi banche sorgono nel secolo XVIII, tra le molteplici istituzioni filantropiche proprie del periodo, le casse di risparmio. Promosse per lo più da associazioni di cittadini, hanno lo scopo di raccogliere e salvaguardare i piccoli risparmi dei ceti meno abbienti. Tale diviene, infatti, il fine di questi istituti, la cui azione è considerata di pubblico interesse. All'inizio esse vengono intese come vere e proprie istituzioni di beneficenza; solo più tardi, con l'allargarsi della loro attività, assumono il carattere di istituti di credito. Le casse di risparmio hanno origini diverse: nell'Italia settentrionale sorgono legate ai monti di pietà, nel Meridione per la trasformazione dei monti frumentari, nell'Italia centrale per l'iniziativa di associazioni di persone.
Le tappe della trasformazione delle casse da istituzioni di beneficenza a istituti di credito sono scandite da una serie di leggi e decreti tra i quali si citano: la legge sarda del 1851, che sottopone le casse alla vigilanza governativa; la legge del 20 novembre 1859 e relativo regolamento del 18 agosto 1860, che le considera come opere pie e le assoggetta al controllo del Ministero degli interni; il regio decreto del 1 aprile 1862 che trasferisce la vigilanza sulle casse di risparmio al Ministero dell'agricoltura, industria e commercio. Dopo la prima guerra mondiale cambia il quadro di riferimento istituzionale. Nel 1921 è costituito l'Istituto di credito delle casse di risparmio italiane (ICCRI), organismo finanziario centrale con il compito di svolgere un'azione di collegamento e sostegno degli enti partecipanti attraverso un'attività di intermediazione creditizia. Inoltre, in seguito all┐emanazione del d.l. del 10 febbraio 1927, convertito in legge il 29 dicembre 1927 vengono, tra l'altro, istituite le federazioni tra casse di risparmio. Gli istituti che ne fanno parte, pur continuando a mantenere la propria personalità giuridica e autonomia, vengono coordinati da organi centrali che hanno anche il compito di sostenerli nelle varie contingenze. Un altro disposto del decreto prevede la riduzione del numero delle casse attraverso la fusione obbligatoria per quelle i cui depositi non raggiungano i 10 milioni. In questo modo il numero delle casse, che fino al 1927 erano diverse centinaia, viene a ridursi considerevolmente.
Nel 1990 la legge Amato (n. 218) recante "Norme che regolano la parziale privatizzazione delle banche come enti di diritto pubblico" avvia il processo di privatizzazione delle casse e la creazione di società per azioni.

Soggetti produttori collegati:
Cassa depositi e risparmi di Atripalda
Cassa di risparmio di Città di Castello
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di Lama
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di Montone
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di Pietralunga
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di Pistrino
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di San Giustino
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di Selci
Cassa di risparmio di Città di Castello. Filiale di Trestina
Cassa di risparmio di Foligno spa
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Belfiore di Foligno
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Bevagna
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Cannara
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Casenove di Foligno
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Montefalco
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Nocera Umbra
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Sant'Eraclio di Foligno
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Trevi
Cassa di risparmio di Foligno. Filiale di Valtopina
Cassa di risparmio di Gualdo Tadino
Cassa di risparmio di Narni
Cassa di risparmio di Orvieto
Cassa di risparmio di Perugia
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Amelia
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Bastia Umbra
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Bevagna
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Cannara
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Deruta
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Magione
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Marsciano
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Petrignano di Assisi
Cassa di risparmio di Perugia. Filiale di Todi
Cassa di risparmio di Puglia
Cassa di risparmio di Spoleto - CARISPO
Cassa di risparmio di Terni
Cassa prestiti e risparmi di Moliterno
Federazione delle casse di risparmio dell'Umbria
Federazione delle casse di risparmio della provincia di Perugia
Istituto di credito per il finanziamento a medio termine delle medie e piccole industrie dell'Umbria


Redazione e revisione:
Trevisan Fabrizia, 2005/11/03, prima redazione


icona top