Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


immagine

Sistemi archivistici dell'Emilia-Romagna

img
icona SIUSA - Gli archivi dell'Emilia-Romagna Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna

img
icona SIUSA - ArchiviaMO Archivi del territorio modenese

img
icona SIUSA - Archivi femminili in Emilia-Romagna Archivi prodotti da singole donne e da organizzazioni e movimenti che le hanno viste protagoniste

img
icona Istituto per i beni artistici, culturali e naturali Soprintendenza per i beni librari e documentari

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Patrimonio archivistico di interesse ebraico

Grazie alle risorse assicurate dalla legge 17 agosto 2005, n. 175 - Disposizioni per la salvaguardia del patrimonio culturale ebraico in Italia, emanata allo scopo di finanziare interventi conservativi e di restauro sul patrimonio culturale, architettonico, artistico e archivistico ebraico in Italia, la Soprintendenza archivistica per l'Emilia Romagna ha potuto avviare a partire dal 2007 vari interventi finalizzati ad individuare, censire, ordinare e descrivere archivi di interesse per la storia e la cultura ebraici, nonché a diffonderne una maggiore conoscenza.

Fra le iniziative che in questo ambito sono state portate avanti, va segnalato in particolare il riordino e l'inventariazione degli archivi delle comunità ebraiche di Modena e Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Parma, di quelli riconducibili ad un importante esponente della cultura modenese di origine ebraica, quale Angelo Fortunato Formiggini, nonché l'inventariazione della ricca documentazione di interesse ebraico, conservata presso l'archivio di Stato di Modena.

Un momento storico al quale si è dedicato particolare attenzione è stata la fase delle persecuzioni antiebraiche nel corso della Seconda guerra mondiale. Oltre al riordino e all'inventariazione del fondo Villa Emma presso l'Archivio del comune di Nonantola e alla catalogazione del connesso archivio fotografico, si è realizzato il progetto "Per una storia del Campo di Fossoli (1940-1950): fonti archivistiche carpigiane e modenesi", che ha previsto il censimento e la descrizione di documentazione relativa a qual campo di concentramento, conservato presso istituzioni archivistiche dell'area modenese e carpigiana.

Dell'esito di tali interventi danno in gran parte conto le descrizioni archivistiche, quelle dei soggetti produttori e dei soggetti conservatori, nonché gli inventari pubblicati nel Sistema Unificato delle Soprintendenze Archivistiche e alle quali è possibile accedere direttamente su questo sito. Esso verrà arricchito via via che i lavori intrapresi giungeranno a conclusione.


Ulteriori materiali della Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna relativi al patrimonio archivistico di interesse ebraico:
icona top