Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Benussi Vittorio

fondo

Estremi cronologici: 1897 - 1927

Consistenza: bb. 18

Storia archivistica: L'archivio fu portato dall'allievo di Benussi, Cesare L. Musatti, all'Università degli studi di Milano quando vi ottenne la cattedra e vi fondò l'Istituto di psicologia; fu poi da lui lasciato a tale Istituto, e, dopo lo smembramento della struttura, acquisito dal Dipartimento di psicologia dell'Università di Milano-Bicocca.
Il primo inventario sommario risale al 1982. Nel 2004 è stato redatto un secondo inventario in forma analitica disponibile on-line sul sito www.aspi.unimib.it. Nel 2009 è stato compiuto un nuovo riordino delle serie "Carteggio" e "Pubblicazioni" e lo spostamento di alcuni documenti in tre nuove serie; in seguito a tale riordino si è proceduto all'aggiornamento dell'inventario on-line.
Nel 2005 il fondo ha ricevuto la dichiarazione di notevole interesse storico da parte della Soprintendenza archivistica per la Lombardia.
Nel 2013 è stato descritto nel SIUSA nell'ambito del progetto nazionale "Censimento degli archivi storici degli psicologi italiani" promosso dall'Aspi - Archivio storico della psicologia italiana dell'Università degli studi di Milano-Bicocca nel contesto di una convenzione con la Direzione generale per gli archivi ed in collaborazione con la Soprintendenza archivistica per la Lombardia e le Soprintendenze archivistiche territoriali.

Descrizione: Il fondo è costituito da materiale riguardante l'attività scientifica di Vittorio Benussi, in particolare dalla documentazione prodotta per i corsi tenuti presso le Università di Graz e di Padova, dai protocolli e dai dati sperimentali che egli raccoglieva, da un breve carteggio, da fotografie e da disegni, sia di Benussi che dell'amico Gino Parin. L'archivio è suddiviso in 6 partizioni:
1. Didattica
2. Scritti di Benussi
3. Carteggio
4. Documenti
5. Materiali grafici e fotografici
6. Materiale sperimentale
La più interessante e consistente è la partizione Didattica, che occupa ben 13 dei 18 faldoni complessivi. Fino al 1918 Benussi scrisse quasi esclusivamente in tedesco, mentre dal 1919, dopo il suo trasferimento a Padova, usò in prevalenza la lingua italiana: i documenti pertanto sono scritti in entrambe le lingue.
Aggregato al fondo archivistico vi è anche un fondo librario, costituito da 307 estratti di pubblicazioni, catalogati e conservati presso la Biblioteca Centrale di Ateneo dell'Università di Milano-Bicocca.

Ordinamento: Ordinamento in parte originale e in parte arbitrario.

Strumenti di ricerca:
Verena Zudini, Benussi Vittorio. Inventario del fondo

Siti web:
Aspi - Il censimento degli archivi storici degli psicologi italiani - Da questa pagina è possibile accedere alla descrizione del progetto di censimento, promosso dal centro Aspi-Archivio storico della psicologia italiana in collaborazione con la Direzione Generale Archivi e con la Soprintendenza archivistica per la Lombardia.
Inventario del Fondo Benussi - Da questa pagina è possibile accedere all'inventario virtuale del Fondo Benussi e alle immagini dei documenti digitalizzati. Per la consultazione è necessario registrarsi gratuitamente al portale "Archivi storici della psicologia italiana" ed effettuare il login con username e password.

La documentazione è stata prodotta da:
Benussi Vittorio

La documentazione è conservata da:
Università degli studi di Milano - Bicocca. Aspi - Archivio storico della psicologia italiana


Bibliografia:
S. Adamo, V. Zudini, V. (2006). Alla riscoperta di Vittorio Benussi. Presentazione dell'edizione digitale del suo archivio, in «Teorie & Modelli», 2006, 11(2), pp. 113-125.

Redazione e revisione:
Zocchi Paola, 2013/02/05, prima redazione


icona top