Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Arciconfraternita di San Luca sotto il patrocinio di Maria Santissima delle Grazie di Bari

Sede: Bari
Date di esistenza: sec. XVII prima metà -

Intestazioni:
Arciconfraternita di San Luca sotto il patrocinio di Maria Santissima delle Grazie di Bari, Bari, sec. XVII prima metà -, SIUSA

Non si è in grado di fissare la data precisa di fondazione della confraternita che regolarmente menzionata nelle visite pastorali del secolo XVII ebbe sede sin dalle sue origini nella chiesa omonima risalente al secolo XIII per occuparsi esclusivamente di culto. Dagli atti ufficiali si evince che nel corso della sua esistenza la confraternita non fu dedicata esclusivamente a san Luca ma anche alla Madonna delle Grazie. Ottenne il regio assenso alla fondazione e alle regole il 28 aprile del 1777. Nel 1828 ottenne il regio assenso alla fondazione da Ferdinando II e nel 1846 si dotò del supplemento alle regole. Nel 1884 si trasferì nella chiesa di Santa Chiara per fare poi ritorno nell'antica sede alla metà degli anni Trenta del secolo scorso. Ottenne il titolo di arciconfraternita il 26 agosto 1927. Lo statuto avallato di regio assenso del 1777, in vigore fino allo statuto unico per le confraternite dell'Arcidiocesi del 1988, regolava gli obblighi dei confratelli che dovevano solennizzare tutte le festività in particolare quelle dei santi titolari, dovevano confessarsi e comunicarsi una volta al mese, partecipare attivamente alla vita della confraternita e alle processioni indossando l'abito. Le norme per associarsi prevedevano un periodo di noviziato di 6 mesi, terminati i quali, i confratelli che avessero compiuto il ventesimo anno d'età venivano ammessi con votazione segreta, pagando la tassa di iscrizione che avrebbe garantito loro la sepoltura e le messe in suffragio. Il primo novembre di ogni anno venivano eletti gli amministratori, detti ufficiali maggiori: il priore con i due assistenti, il cassiere, il cancelliere. Gli ufficiali minori erano l'infermiere e il gonfaloniere. La confraternita che alla fine del secolo scorso si dedicò anche al culto di San Giuseppe, è afferente alla Arcidiocesi di Bari-Bitonto e nel corso della sua esistenza ha avuto rapporti con gli enti di controllo meridionali che amministravano le opere pie. L'abito di rito è composto da un camice bianco e mozzetta gialla, colore del manto di san Giuseppe.

Condizione giuridica:
privato

Tipologia del soggetto produttore:
ente e associazione della chiesa cattolica

Profili istituzionali collegati:
Confraternita, sec. XII -

Complessi archivistici prodotti:
Arciconfraternita di San Luca sotto il patrocinio di Maria Santissima delle Grazie di Bari (fondo)


Redazione e revisione:
D'Angella Rosanna, 2015/07/28, revisione
Montemurro Angela, 2005/05/20, prima redazione
Pontrelli Maria Pia, 2005/05/20, supervisione della scheda
Pontrelli Maria Pia, 2015/07/28, supervisione della scheda


icona top