Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Persone » Soggetto produttore - Persona

Morassi Bernardis Luisa

Gorizia 1903 - Gorizia 2002

Intestazioni:
Morassi Bernardis, Luisa, architetto, (Gorizia 1903 - Gorizia 2002), SIUSA

Luisa Morassi frequenta a Gorizia l'Istituto Tecnico e prosegue gli studi dal 1923 al Politecnico di Milano. Qui entra in contatto con Piero Portaluppi e prima di laurearsi inizia a lavorare nello studio di Gio Ponti, dove si appassiona particolarmente alla progettazione degli arredi di interni. Si laurea nel 1928 e l'anno successivo ritorna a Gorizia, dove subito partecipa alla II Esposizione goriziana di Belle Arti. Nel 1930 vince un premio al concorso nazionale dell'Ente nazionale per l'artigianato e le piccole industrie a Roma, con i progetti per carte da parati e cravatte. Successivamente intraprende un viaggio a Parigi con il pittore Veno Pilon, interessandosi delle tendenze recenti in pittura, architettura e progettazione d'interni. Nel 1931 intraprende a Gorizia con continuità l'attività professionale iniziando a progettare arredamento per l'Ente nazionale per l'artigianato e le piccole industrie. Il primo successo arriva con la premiazione di un suo arredamento alla II Fiera Mercato dei prodotti nazionali dell'artigianato a Firenze, eseguito dalla ditta Baucer di Cernizza goriziana.
Successivamente riceve l'incarico di terminare il progetto della "Bottega d'arte" a Gorizia (1932), che era stato iniziato dall'ingegnere Guido Schiozzi, con la funzione di esporre i principali prodotti delle attività artigiane e industriali locali. Segue un'intensa attività di progettazione e di partecipazione a manifestazioni espositive, vincendo la medaglia d'oro alla Mostra internazionale di Bruxelles (1933) e partecipando, con l'arredamento della "Casa Media", alla V Triennale delle arti decorative e industriali moderne e dell'architettura di Milano (1933). In questi anni realizza l'arredamento della biblioteca e uffici direzionali dell'Ospedale psichiatrico dell'economia (1933), infine l'Ufficio del prefetto di Gorizia (1934).
Dal 1944 l'attività professionale prosegue con minore intensità, poiché si dedica lungo tutto il dopoguerra all'insegnamento presso l'Istituto statale d'arte.


Complessi archivistici prodotti:
Morassi Bernardis Luisa (fondo)


Redazione e revisione:
Brumat Elisa, 2011/07/26, prima redazione
Mucci Massimo, 2005, raccolta delle informazioni
Santoboni Paolo, 2011/07/28, revisione
Valentin Paola, 2017/10/13, integrazione successiva


icona top