Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Targioni Tozzetti Ottaviano

fondo

Estremi cronologici: 1866 - 1868

Storia archivistica: Le carte Targioni Tozzetti facevano parte, assieme a una lettera di Leopoldo II e ad altri carteggi, della "Raccolta Costantini", proveniente da Pisa, e rinvenuta nel 1972 presso la galleria Vangelisti di Lucca, dove era in vendita al pubblico. La Sovrintendenza Archivistica ne dispose l'acquisto per il prezzo complessivo di L. 28.000, destinando poi la lettera leopoldina all'Archivio di Stato di Firenze e il resto dei documenti all'Archivio di Stato di Livorno. Nella raccolta si trovavano radunati alcuni carteggi appartenuti a esponenti del mondo culturale risorgimentale o immediatamente posteriore, non solo nell'ambito cittadino, quali per es. Averardo Borsi, giornalista polemico e combattivo, fondatore e direttore di alcune celebri testate toscane, tra cui "Il Telegrafo", Angelo De Gubernatis, intellettuale e scrittore prolifico, Dario Cassuto, celebre avvocato e giurista, per informazioni circa i quali si rimanda alle apposite schede: all'atto del riordino, infatti, ognuno dei carteggi è stato scorporato per essere successivamente inserito, con numerazione propria, nel complesso inventariale "Archivi di famiglie e persone".
Il piccolo carteggio, 9 lettere di diversi a Ottaviano Targioni Tozzetti dal 1866 al 1868, è inserito nel complesso "Archivi di famiglie e persone diverse", e compare in inventario al numero provvisorio 52. Le lettere provengono per lo più da esponenti del mondo culturale e politico (mondi spesso compresenti in una medesima personalità) ed evidenziano anche in questo caso, come in quello del Cassuto o del De Gubernatis, la vasta rete di rapporti che legò strettamente l'ambiente livornese alla più estesa vita nazionale.

Descrizione: - Corrispondenza: 9 lettere di mittenti vari, tra i quali Achille Mauri, reduce delle 5 giornate di Milano in seguito nominato senatore, il giurista Giuseppe Pisanelli, Terenzio Mamiani, Giulio Carcano, Domenico Berti.

Strumenti di ricerca:
Archivi di famiglie e persone diverse

La documentazione è stata prodotta da:
Targioni Tozzetti Ottaviano

La documentazione è conservata da:
Archivio di Stato di Livorno


Redazione e revisione:
Capannelli Emilio, revisione
Capannelli Emilio, 2008/04/02, prima redazione
Lenzi Marco, revisione
Morotti Laura, 2011/11, rielaborazione

Modalità di consultazione:
Accessibilità: liberamente consultabile presso l'Istituto, in orario di apertura al pubblico.


icona top