Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Ramponi Fiorenzo

fondo

First and last date: 1954 - 2000

Consistence: Number of items 300: 214 buste di documenti e fotografie; 416 tubi di disegni su carta da lucido; 2 cartelle contenenti vari lucidi progettuali di grandi dimensioni; 4 modelli tridimensionali.

Archival history: L’archivio professionale dell’architetto Fiorenzo Ramponi è stato donato nel 2006 al CASVA del Comune di Milano.
L’archivio non era ordinato in modo sistematico, ma si presentava in buono stato di conservazione.

Description: Il fondo si compone di progetti di architettura civile e industriale, urbanistica e restauro monumentale; le unità archivistiche sono costituite da disegni, fotografie, modelli tridimensionali e documenti di vario tipo.

Organization: Il fondo è in corso di riordinamento e catalogazione in Seamo 4.1.
L’archivio viene riordinato attribuendo uno stesso numero di corda alle varie parti componenti il progetto.

Information on numbering items: Ogni singolo progetto forma una unità archivistica con un numero proprio progressivo; sono state distinte le parti costituenti (es. documenti, disegni, modelli) che formano le singole unità documentarie, ed è stata attribuita una sigla scritta in maiuscolo per ciascuna, collocata a seguito del numero (es: DT per i documenti; DIS per i disegni; MOD per i modelli tridimentsionali).

Finding aid in the fond: Non esistevano strumenti di corredo, ma sui contenitori dei documenti erano apposte sigle alfabetiche che, in molti casi, mettevano in relazione lucidi progettuali e documentazione correlata.

The documents were created by:
Ramponi Fiorenzo

The documents are kept by:
Comune di Milano. Biblioteca archeologica - Biblioteca d'arte - Centro di alti studi sulle arti visive - CASVA


Editing and review:
Pernich Elisabetta, 2009/06/23, supervisione della scheda
Vichi Andrea Carlo, 2009/09/11, prima redazione


icona top