Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Rossi Ernesto

fondo

Estremi cronologici: 1862 - 1937

Consistenza: Unità 9: bb. 8, pacchi 1

Storia archivistica: Il fondo intitolato ad Ernesto Rossi (Livorno, 27 marzo 1827 - Pescara, 4 giugno 1896) è stato donato al Civico Museo Biblioteca dell'Attore di Genova dalla figlia Evelina Paoletti Modigliani Rossi e nel 2004 dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria.
La documentazione raccolta testimonia l'attività di uno dei più noti primi attori del suo tempo che portò in tutto il mondo un vasto repertorio di spettacoli. Recitò anche negli Stati Uniti d'America e due volte in Sudamerica, in Egitto e Turchia, cinque volte in Russia e fu tra i più brillanti interpreti del teatro shakespeariano. Allievo di Gustavo Modena, lavorò tre anni con Adelaide Ristori.
La parte più cospicua è rappresentata dalla corrispondenza dal 1862 al 1937 e completano l'archivio copioni, scritti autografi, locandine, programmi, borderò, fotografie e ritagli stampa, tutti descritti analiticamente in elenchi digitali. Di tutto questo materiale solo le fotografie e i programmi di sala non sono legati da un numero di corda pregresso, mentre le altre serie riportano negli elenchi una numerazione da 1286 a 1522 riportata sui fascicoli, relativa ad una procedura di microfilmatura cui il fondo è stato sottoposto al momento della cessione.

Il fondo si integra con la documentazione che si conserva nella Biblioteca Labronica di Livorno e nella Biblioteca Museo Teatrale SIAE a Roma.

Descrizione: Tutto il materiale è racchiuso in 8 buste e 1 pacco:
La corrispondenza, ordinata per mittente, consta di 246 lettere dal 1862 al 1937, indirizzate sia all'attore sia alla figlia Evelina; 26 copioni e parti levate (opere di Ernesto Rossi e William Shakespeare); 22 scritti autografi datati negli anni ottanta dell'800; locandine, programmi, borderò dal 1866 al 1934; 65 fotografie in 1 scatola, con ritratti di Ernesto Rossi e di altri non identificati.
Due buste contengono ritagli stampa da giornali italiani e stranieri dal 1867 al 1927.

Strumenti di ricerca interni al fondo: Schedatura ed elenchi di consistenza in formato digitale

La documentazione è stata prodotta da:
Rossi Ernesto

La documentazione è conservata da:
Teatro stabile di Genova. Civico museo biblioteca dell'attore


Redazione e revisione:
Mezzani Donatella, 2018/11/30, revisione
Romano Antonio Salvatore, 2017/09/12, prima redazione


icona top