Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei fondi » Complesso archivistico

Partito comunista italiano (PCI), Federazione di Como (Fondo generale)

fondo

Estremi cronologici: 1906 - 1998

Consistenza: Unità 3182: bb. 300

Storia archivistica: I documenti della Federazione di Como del Partito comunista italiano (1) erano custoditi, per la quasi totalità, in un locale interrato presso l’Istituto di storia contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como. Una minima parte era invece conservata presso la sede della Fondazione Avvenire.
Una discreta quantità di atti era conservata in contenitori di cartoncino plastificato mentre la restante parte era collocata sfusa direttamente sugli scaffali, conseguentemente ricoperta da polvere e insetti morti. Molte unità archivistiche si presentavano come fascicoli organici, con titolo descrittivo sulla copertina, mentre la restante documentazione era conservata in modo disorganico e senza indicazioni della natura degli atti contenuti.
Anche le carte all’interno dei contenitori si presentavano disordinate, spesso accostate con scarso criterio logico e cronologico.
Tutti i documenti erano comunque privi di strumenti di corredi e di sistema classificatorio.
Al fine di consentire un corretto ed efficace intervento di riordino, la documentazione è stata trasferita tutta presso la sede della Fondazione Avvenire, dove è stata sottoposta a schedatura e a riordino.
La Fondazione Avvenire di Como ha affidato nel 2018 l’incarico di inventariazione del fondo alla ditta Scripta srl di Como.
I lavori sono stati finanziati in via prioritaria dalla Fondazione Avvenire con il cofinanziamento dell’Istituto di storia contemporanea “Pier Amato Perretta”, della Camera del lavoro di Como - CGIL e del Partito democratico della provincia di Como.
Il progetto è stato approvato dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Lombardia con nota n. 2974 del 26.6.2017.
Con decreto n. 9887 dell’8 agosto 2017 la Regione Lombardia, Direzione Generale Culture, Identità e Autonomie, ha approvato la graduatoria, per la realizzazione di progetti di valorizzazione di biblioteche e archivi storici di enti locali o di interesse locale relativi all’Avviso Unico Cultura 2017, assegnando il contributo per la realizzazione del progetto, ai sensi della L.R. 7 ottobre 2016, n. 25, “Politiche regionali in materia culturale - Riordino normativo”.

Ordinamento: Dopo l’accentramento della documentazione presso la Fondazione Avvenire si è provveduto all’apertura dei contenitori originari, alla schedatura analitica di tutto il materiale e al ricondizionamento dello stesso in cartelline e scatole d’archivio nuove, attribuendo ad ogni unità archivistica una segnatura provvisoria.
Alla conclusione delle attività di schedatura è stata effettuata una prima verifica sistematica della documentazione analizzata, costituendo in molti casi unità archivistiche organiche da sottofascicoli o singoli documenti sparsi. Di fatto, per una discreta quantità di atti, si è proceduto a una vera e propria prima fascicolazione, in conseguenza del precedente totale stato di disordine.
E’ stato quindi effettuato il riordino complessivo delle unità archivistiche utilizzando un sistema classificatorio costituito ad hoc che consentisse di descrivere al meglio le funzioni e le attività svolte dalla Federazione, usando come base di partenza il sistema classificatorio già utilizzato per il riordino e la descrizione inventariale dell’archivio della Federazione di Livorno del Partito comunista italiano (2), che è risultato il più aderente alla tipologia del fondo.
Tutta la documentazione, una volta riordinata all’interno delle serie in base all’estremo cronologico inferiore delle unità archivistiche, è stata etichettata e posta in nuove scatole d’archivio identificate con appositi dorsali esterni, numerate da 1 a 300.

Note:
1. Fanno eccezione 14 cartelle di carte riconducibili alla Federazione di Como del Partito comunista italiano, ma estratte a suo tempo da Giusto Perretta, con lo scopo di costituire un fondo utile soprattutto alla redazione di monografie o opere storiografiche inerenti la Federazione e le Sezioni del Partito comunista di Como e del territorio provinciale. Tale documentazione, anch’essa oggetto dell’intervento di riordino nell’ambito del progetto “Carte comuniste” è stata inventariata pur rimanendo come componente del cosiddetto “Fondo Perretta”, tuttora conservato presso l’Istituto di storia contemporanea.
2. Cfr. http://istoreco.thearchivescloud.com/istoreco-web/.

Strumenti di ricerca:
Gabrio Maria Figini, Michele Fragiacomo, Vittorio Genovese, Domenico Quartieri, Sinistra comasca. Inventario

La documentazione è stata prodotta da:
Partito comunista italiano (PCI), Federazione di Como

La documentazione è conservata da:
Fondazione Avvenire di Como


Redazione e revisione:
Menichetti Loredana, 2019/11/20, prima redazione


icona top