Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Indice dei complessi » Complesso archivistico

Ademollo Alessandro

fondo

Estremi cronologici: 1847 - 1891

Consistenza: Unità 68: 5 cassette di lettere (1.150 pezzi), 61 cassette di carte, 2 pacchetti di schede più un fondo librario di 1.458 volumi e 761 opuscoli)

Storia archivistica: Il Fondo Ademollo, costituito da lettere, carte varie, appunti, bozze di stampa, documenti e dalla sua libreria, fu venduto dagli eredi alla Biblioteca nazionale di Firenze negli anni 1892-1893.

Descrizione: CORRISPONDENZA
Il carteggio, collocato in 5 cassette del fondo "Carteggi vari" con segnatura "Carteggi vari 80-85", è costituito da 1.150 lettere dirette a A. A. negli anni 1847-1891 da letterati, studiosi di storia e di storia del teatro, bibliotecari ed archivisti, eruditi, quali, ad esempio, Benedetto Croce, Alessandro D'Ancona, Paolo Ferrari, Ferdinando Martini, Giuseppe Chiarini, Domenico Gnoli, Achille Neri, Giuseppe Baccini. Il carteggio offre una testimonianza degli studi dell'Ademollo e delle sue appassionate ricerche di fonti documentarie.

MANOSCRITTI, MATERIALI PREPARATORI, ECC.:
Le carte del fondo, suddivise in 61 cassette e due pacchetti di schede con segnatura "Manoscritti da ordinare 59", sono in corso di catalogazione su base informatica (attualmente sono state catalogate e ordinate le cassette 1-44), secondo il progetto elaborato dall'Istituto Ludovico Zorzi in collaborazione con la Biblioteca nazionale e la Regione Toscana. Fra le altre carte, la collezione dei "Diari di Roma dei secoli XVII e XVIII" (autografo il "Diario" dal 1691 al 1723 dell'abate Gaetano Ursaja) e il materiale di lavoro dell'A.: gli appunti, gli spogli bibliografici, le redazioni manoscritte di alcune opere e articoli, le bozze di stampa dei suoi lavori con le correzioni autografe, opuscoli e giornali. Il materiale è in gran parte suddiviso per temi: Roma-Diari, Roma-Teatri, Teatri-Firenze, Le grandi cantanti, Casanova, Articoli Miei, ecc.

BIBLIOTECA
Il Fondo librario Ademollo, una collezione di 1.458 volumi a stampa e 761 opuscoli, è collocata nei magazzini generali della Biblioteca ed è consultabile tramite il catalogo generale.

Ordinamento: Il carteggio, collocato nel "Carteggi vari" con segnatura "Carteggi vari 80-85", è schedato per mittente e destinatario.
Il resto del fondo, in via di catalogazione informatica su software ISIS a cura della dott.ssa Susanna Pelle per un progetto dell'Istituto Zorzi e della Regione Toscana, era stato pubblicato on-line ma successivamente reso inaccessibile perché privo di alcuni requisiti fondamentali per il corretto reperimento dei pezzi e la fruizione. Nell'inventario in fase di allestimento, che fornisce una sommaria descrizione del contenuto delle cassette, vengono specificate la vecchia e la nuova segnatura.

Strumenti di ricerca:
Nuovo inventario dei Carteggi vari della Biblioteca Nazionale
Schedario cartaceo dei Carteggi vari della Sezione Manoscritti della Biblioteca Nazionale
Giuseppe Baccini, Inventario topografico a volume dei Carteggi vari della Sezione Manoscritti della Biblioteca Nazionale
Inventario topografico dei manoscritti da ordinare della Biblioteca Nazionale
Inventario alfabetico a schede dei manoscritti da ordinare della Biblioteca Nazionale

Strumenti di ricerca interni al fondo: Del carteggio, giá schedato, esistono l'inventario topografico a volume e le relative schede per mittente e destinatario, inserite in ordine alfabetico al catalogo dei carteggi della "Sezione Manoscritti".

La documentazione è stata prodotta da:
Ademollo Alessandro

La documentazione è conservata da:
Biblioteca nazionale centrale di Firenze


Redazione e revisione:
Borgia Claudia, 2020/05/11, revisione
Capannelli Emilio, 2007/03/27, revisione
Porciatti Gianna, rielaborazione

Modalità di consultazione:
Il Fondo è consultabile in orario di apertura al pubblico della Sezione Manoscritti. Non è consultabile per le carte in via di ordinamento. Si richiede lettera di presentazione.


icona top