Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Ricerca guidata » Soggetti produttori - Enti » Soggetto produttore - Ente

Brefotrofio di Todi

Sede: Todi (Perugia)
Date di esistenza: sec. XIII metà - 2003

Intestazioni:
Brefotrofio di Todi, Todi (Perugia), sec. XIII metà - 2003, SIUSA
Ospedale degli esposti di Todi, Todi (Perugia), sec. XIII metà - 1860, SIUSA
Ospedale della carità di Todi, Todi (Perugia), sec. XIII metà - 1860, SIUSA

Altre denominazioni:
Ospedale degli esposti di Todi, sec. XIII metà - 1860
Ospedale della carità di Todi, sec. XIII metà - 1860

Il Brefotrofio di Todi, chiamato anche Ospedale degli esposti, esisteva, probabilmente, come Ospedale della carità, già nel sec. XIII. Nel corso dei secoli, nei documenti e nella bibliografia, le tre diverse denominazioni compaiono senza distinzioni cronologiche.
Si dice fondato da San Francesco nel 1220, sebbene il primo documento pergamenaceo che lo riguardi sia del 1249.
Provvedeva alla cura e al mantenimento degli esposti dei comuni del Mandamento di Todi, che versavano ogni anno contributi in proporzione alla popolazione. Gli esposti venivano assegnati a balie, sia all'interno dell'istituto che fuori di esso; le fanciulle restavano presso la sede fino al matrimonio ad apprendere l'arte del ricamo e della tessitura.
Fu amministrato fino al 1255 dai Francescani; poi passò sotto la giurisdizione del Comune di Todi, che vi nominava dei rettori.
Ebbe sede per secoli fuori dalla Porta Perugina, nell'area dove attualmente si trova il cimitero vecchio, fino al 1788 quando, a causa delle condizioni di instabilità dell'edificio, venne trasferito in città, nel Palazzo Cesi. All'inizio del XX secolo fu costruita una nuova sede in viale della Consolazione.
Nel 1864 risulta tra le opere pie amministrate dalla Congregazione di carità di Todi.
Nel 1937 passò in gestione all'Ente comunale di assistenza di Todi e, nel 1938, venne decentrato negli Istituti riuniti di beneficenza di Todi.
E' stato definitivamente soppresso con determinazione dirigenziale della Regione Umbria del 6 settembre 2002, n. 7929, con decorrenza dal 1° gennaio 2003, istitutiva dell'ente "La Consolazione. Ente tuderte di assistenza e beneficenza".

Condizione giuridica:
privato (sec. XIII metà - 1864)
pubblico (1864 - 2003)

Tipologia del soggetto produttore:
ente di assistenza e beneficenza


Soggetti produttori:

Successori:
La Consolazione. Ente tuderte di assistenza e beneficenza - ETAB di Todi, 2003 -

Collegati:
Cappella del Brefotrofio di Todi
Congregazione di carità di Todi, 1864 -
Ente comunale di assistenza - ECA di Todi, 1937 -
Istituti riuniti di beneficenza - IRB di Todi, 1938 -


Complessi archivistici prodotti:
Istituti riuniti di beneficenza - IRB di Todi (complesso di fondi / superfondo)


Bibliografia:
SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA PER L'UMBRIA, CARITAS DIOCESI DI ORVIETO-TODI, Con gli ultimi. Carità e assistenza della Chiesa e delle istituzioni civili di Todi dal XIII al XIX secolo. Catalogo della mostra documentaria, Todi, Pinacoteca comunale, 29 maggio-16 ottobre 2004, a cura di E. BOGINI, C. ROSSETTI, Città di Castello, Alfagrafica, 2004, 75 - 77
SOPRINTENDENZA ARCHIVISTICA PER L'UMBRIA, Le istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza in Umbria. Profili storici e censimento degli archivi, a cura di M. SQUADRONI, Roma, 1990 (Pubblicazioni degli Archivi di Stato. Strumenti, CVIII), 420

Redazione e revisione:
Robustelli Giovanna, 2009/08/25, prima redazione
Santolamazza Rossella, 2014/09/23, revisione


icona top