Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina | Vai alla colonna di sinistra

Colonna con sottomenu di navigazione


Creators

Contenuto della pagina


Guida on-line agli archivi non statali
Menu di navigazione

Home » Guided search » Creators - Persons » Creator - Person

Niccolai Lilio

Manciano 1925 ago. 14 - 2012

Headings:
Niccolai, Lilio, politico, storico locale, (Manciano 1925 - 2012), SIUSA

Lilio Niccolai è nato a Manciano il 14 Agosto 1925 da una modesta famiglia di mezzadri. Il padre Genesio, detto Nello, esperto contadino, iscritto al Partito socialista, dopo il 1921 fu tra i fondatori della sezione del Partito comunista d'Italia a Manciano e, in quegli anni, con un piccolo gruppo di militanti, organizzò la lotta politica in difesa delle libertà costituzionali. La madre Cina Madoni, dotata di una buona cultura, seguì molto la formazione culturale del piccolo Lilio, tanto che riuscì, nonostante le ristrettezze economiche, a iscriverlo al Liceo-Ginnasio "Gabriele D'Annunzio" di Orbetello.
A Orbetello Lilio Niccolai frequenta anche la biblioteca comunale diretta da Pietro Raveggi, che lo indirizza nelle letture e gli fa scoprire il mondo dell'archeologia (con Raveggi, nel 1939, Niccolai incontra Paride Pascucci nel suo studio di Manciano).
Niccolai partecipa, grazie ad alcuni suoi insegnanti, a riunioni di varia natura in cui si discute di cinema, di musica, di letteratura e clandestinamente anche di politica. Dopo il 1943, finito il quinto anno del ginnasio, e richiamato alle armi, è costretto ad abbandonare Orbetello e a rifugiarsi nella casa paterna. Solo con la fine della guerra riprende gli studi, e incoraggiato dai genitori si iscrive all'Istituto magistrale "Santa Caterina" di Siena, nel quale si diplomerà nel 1945. Il ritorno di Niccolai a Manciano coincide con la fase più acuta delle lotte per l'occupazione delle terre incolte. Centinaia di braccianti e contadini avevano dato vita a un grande moto di protesta (al quale partecipò anche l'anziano Nello), che si concluse solo con l'entrata in vigore della Riforma agraria del 1951. Questo è il primo impegno politico attivo di Lilio Niccolai, che di lì a pochi anni diverrà uno dei protagonisti della vita politica di Manciano e della provincia di Grosseto. Insegnante di ruolo nel 1947, viene assegnato alla scuola di Montemerano. Qui all'attività di insegnante affianca quella di studioso di storia, scrivendo un articolo sull'antico paese maremmano, pubblicato su "Il Nuovo Corriere" di Romano Bilenchi. Sarà la prima di una serie di ricerche storiche sul territorio (pubblicate e non) che Lilio Niccolai effettuerà in un arco di cinquanta anni. Nel 1949 sposa Avia Arcangeli, dalla quale avrà tre figli. Agli inizi degli anni '50 anche l'impegno politico assume un ruolo importante nella vita di Lilio Niccolai, che nel 1951 viene eletto consigliere comunale a Manciano e nel 1956 è consigliere provinciale sempre nelle file del Partito comunista italiano (per questo partito sarà anche segretario di sezione). Nel 1965 ricopre la carica di sindaco di Manciano (due mandati fino al 1975) e dal 1980 al 1985 è assessore alla pubblica istruzione per la provincia di Grosseto, dove curerà in modo particolare la formazione professionale. Numerose anche le altre cariche ricoperte come: presidente dell'Ospedale civile, membro dell'Associazione Pro-Loco e consigliere del Patronato scolastico. Nel frattempo, nel 1965, superato il Concorso direttivo diviene direttore didattico, prima a Scansano e poi a Manciano. Tra i molti lavori editi citiamo: "Manciano nella storia e nella leggenda" (1958), "Sapore della mia terra" (in collaborazione con Alfio Cavoli, 1970), "La terra di Scansano" (1972), "La Maremma contro il nazi-fascismo" (in collaborazione con Mauro Mori), "Paride Pascucci" (in collaborazione con Bianca Saletti Asor Rosa e Alfio Cavoli, 1980), "Pietro Aldi" (in collaborazione con Alfio Cavoli e Bruno Santi, 1981), "Manfredo Vanni: vecchio Borgo. Antologia degli scritti" (1983), "Pietro Aldi pittore di storia" (1988), "Poderi di Montemerano: un paese, la sua gente" (1992), "Scansano: storia di un paese narrata per immagini" (1993), "La misericordia di Manciano" (1995), "Nello. Appunti di cronaca familiare" (1999). A partire dagli anni sessanta ha pubblicato inoltre numerosi saggi sul "Bollettino della Società Storica Maremmana" e decine di articoli pubblicati da varie riviste locali e non. Durante la sua esperienza di amministratore pubblico di Manciano ha fondato il "Bollettino comunale", firmando molte delle monografie apparse su tale periodico.


Generated archives:
Niccolai Lilio (fondo)


Bibliography:
L. NICCOLAI, "Nello. Appunti di cronaca familiare", Grotte di Castro (VT), Tipografia Ceccarelli, 1999

Editing and review:
Capannelli Emilio, revisione
Laurito Marco, prima redazione
Lenzi Marco, revisione


icona top